Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Elevata richiesta di cipolle egiziane a seguito della carenza europea

In Egitto, la stagione delle cipolle dorate è in pieno svolgimento e finora è risultata piuttosto buona. Sembra che ci sia una maggiore richiesta di questi bulbi, ma i coltivatori e i commercianti egiziani dovranno anche prepararsi per il futuro. Il cambiamento climatico è infatti alle porte e un operatore egiziano ritiene che siano necessari dei miglioramenti per poter affrontare questa sfida.

Per l’azienda egiziana Green Tiba, la stagione delle cipolle dorate è stata soddisfacente. Secondo la sig.ra. Doaa Hegazy, direttore esportazioni per l'azienda: "La stagione sta andando molto bene. Abbiamo assistito a un forte aumento della domanda da parte della Turchia e di diversi Paesi europei. Questo ha trasformato la nostra stagione in un successo. Ciò è in parte dovuto pure alla carenza di cipolle in Turchia e in Europa, situazione che ha sicuramente aumentato la vendita del nostro prodotto".

Oltre alla Turchia, numerosi Paesi europei costituiscono ora un grande mercato, per la Green Tiba: "In questa stagione, abbiamo esportato in diverse destinazioni europee, tra cui Ucraina, Romania, Polonia e Italia, ma anche il Libano e la Guinea si sono dimostrati mercati solidi. In questo momento pensiamo di conoscere molto bene il mercato: non ci sono altre possibili nuove destinazioni, per noi, in quanto abbiamo già a che fare praticamente con tutti i mercati del mondo. Questo potrebbe certamente cambiare, ma per ora siamo messi bene, dal punto di vista dei contatti e dei clienti", ha sottolineato Hegazy.

Sebbene la stagione delle cipolle dorate stia andando bene, non significa che la Green Tiba possa rilassarsi e godersi il momento positivo. "Attualmente, se dovessimo essere colpiti dal maltempo, ciò potrebbe avere grandi ripercussioni sulla crescita dei bulbi, e dunque sulla quantità e qualità del prodotto. Per la stagione attuale questo non è un problema, ma potrebbe diventarlo in futuro. La situazione migliorerebbe se avessimo soluzioni semplici per affrontare qualsiasi fenomeno legato al clima. Una migliore consapevolezza dei fenomeni meteorologici significherebbe anche che saremmo meglio attrezzati per affrontare i cambiamenti climatici in arrivo", spiega Hegazy. "Inoltre, in futuro vorremmo iniziare a coltivare più varietà e, in generale, aumentare i nostri volumi di produzione. Attualmente stiamo esportando tra le 10.000 e le 15.000 ton per stagione".

Una cosa di cui Hegazy non ha paura è la concorrenza: "In questo momento, l'Egitto è leader nell'esportazione di cipolle dorate e rosse. Per questo motivo non dobbiamo preoccuparci di alcuna concorrenza, specialmente vista l'attuale carenza di merce in Europa ".

Per maggiori informazioni:
Sally Fahmy
Green Tiba
Mob:+201023332544
Email: sales@greentiba.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto