Pascale Begoulle, Sikig:

I kiwi francesi soffrono per concorrenza greca in Asia

Il mercato dei kiwi in Francia risulta piuttosto positivo. "L'offerta è regolare e i frutti sono di qualità soddisfacente", afferma Pascale Begoulle dell'azienda Sikig. La campagna francese dei kiwi durerà fino a maggio. "Al momento, siamo tutti a circa il 50% dei nostri volumi".

Competizione greca
Sikig esporta i suoi kiwi verdi in Europa e in Asia. "Manteniamo il mercato europeo come al solito, ma l'esportazione verso l'Asia è sempre più difficile, data la forte concorrenza italiana, e in particolare greca. I greci hanno infatti molto mercato, a causa dei prezzi molto bassi. Quindi vendere è ancora piuttosto complicato, ma penso che la situazione migliorerà durante la seconda parte della campagna, che inizierà presto".

Calibri invertiti
Pascale spiega che la particolarità di quest'anno è che i kiwi coltivati nella Valle della Garonna sono di un calibro leggermente superiore rispetto ai quelli dalla valle di Adour. "L’Adour è di solito più grande nei calibri. Quest'anno, invece, la situazione si è invertita per ragioni climatiche. Nell'Adour abbiamo avuto alluvioni. Nella valle della Garonna, avevano piuttosto condizioni di siccità. Inoltre, abbiamo sofferto tutti un po' di gelo. Tutti questi diversi fattori, significano che abbiamo un calibro invertito, in media, ma la differenza non è troppo grande. Differiscono tra loro di un solo calibro".

 
Christelle Broutin della Sikig ha presentato i vari prodotti dell'azienda al Fruit Logistica 2019

I kiwi gialli di origine francese
Sikig è anche un produttore di kiwi gialli. Sono commercializzati attraverso Zespri. "E' stata una buona stagione, con prodotti deliziosi. Molti volumi della nostra produzione sono stati venduti in Francia. I clienti francesi richiedono spesso kiwi gialli di origine francese e la compagnia Zespri cerca di accontentarli. Un'altra parte della nostra produzione viene esportata, specialmente in Vietnam. Sono trascorse 3 settimane da quando Zespri ha terminato le vendite, e sono rimasti solo i volumi dei grossisti; il che è normale, per questo periodo dell'anno. In futuro, Zespri cercherà di offrire kiwi a marchio Zespri Gold per un periodo più lungo, con l'obiettivo finale di 12 mesi su 12".

Sikig si fregia di numerosi segni distintivi di qualità, come la Label Rouge (etichetta rossa, contrassegno di garanzia qualitativa introdotto in Francia per legge nel 2006, NdR) , il marchio IGP e quello Bio. "Abbiamo un progetto per ripiantare i frutteti in regime biologico con l'obiettivo di offrire il kiwi biologico più a lungo possibile ai nostri clienti importando anche, per esempio, dall'Italia. Per quanto riguarda l'IGP, siamo aiutati dall'Europa a mettere in risalto il Kiwi de l'Adour IGP".

Per maggiori informazioni:
Pascale Begoulle
Sikig
Tel : + 33 (0)5 58 73 22 34
Cell : + 33 (0)6 82 68 43 50
Email: pbegoulle@kiwi-france.com 
Web: www.kiwi-france.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto