Avvisi



Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Le verdure invernali regionali sono di tendenza anche tra i giovani

I coltivatori di asparagi sono già ai blocchi di partenza, ma le tavole della Bassa Sassonia servono ancora oggi verdure invernali - e incontrando grande popolarità.

''Tipologie di verdure ormai dimenticate, come la salsefrica nera o il navone (rapa nera), sono sempre più richieste, soprattutto dai clienti più giovani, a causa delle tendenze che valorizzano il regionale e il sostenibile", spiega Alexandra Uhrbach, coltivatrice di verdure di Winsen/Luhe (Bassa Sassonia) alla rivista Landvolk-Pressedienst.

L'azienda Uhrbach produce la salsefrica nera coltivando circa 40 ettari/  Foto: Uhrbach

Le verdure invernali regionali sono una tendenza
Un'ampia varietà di cavoli, ma anche rape, barbabietole, pastinaca e salsefrica nera hanno conosciuto un boom negli ultimi anni e sono ancora richiesti. "Ma ci sono solo pochi orticoltori che producono salsefrica nera. Ciò si deve principalmente al suolo", spiega Erich Klug della Camera dell'Agricoltura della Bassa Sassonia. La salsefrica nera richiede terreni sabbiosi, ricchi di humus, di sostanze nutritive e privi di pietre.

Otto anni fa, Alexandra e Bernd Uhrbach hanno deciso di includere nella loro produzione (l'azienda di Winsen/Luhe esiste da ben 150 anni!) oltre a cavoli, carote, barbabietole e rape, anche gli "asparagi dell'uomo comune''. "Abbiamo costantemente aumentato la nostra area di coltivazione cosicché la salsefrica nera ora cresce su 40 ettari", spiega Alexandra Uhrbach.

Tecniche di coltivazione particolari
Il limite è stato ora raggiunto: oltretutto la salsefrica nera non è facile da gestire, spiega l'esperta agricoltrice. Si inizia con la seminatrice, e i semi sono molto particolari, finché si termina con il dispendioso raccolto.

La salsefrica, la cui lunghezza può raggiungere i 50 centimetri, viene raccolta da metà ottobre fino a marzo inoltrato. E' radicata in profondità nel terreno e viene smossa con una tecnologia speciale prima di poter essere scavata completamente intatta.

Come le carote, la salsefrica viene pelata, ma questo non è un lavoro gradevole, a causa del succo lattiginoso e appiccicoso che macchia la pelle. Tuttavia, consigli quali pelarla sotto l'acqua corrente o usare guanti usa e getta possono aiutare ad arrivare a gustare questa verdura dal gusto unico, piccante e con retrogusto di noce.

"La salsefrica è inoltre sana", sottolinea Alexandra Uhrbach. Una porzione di 200 grammi contiene sei milligrammi di ferro, il che corrisponde alla metà del fabbisogno giornaliero. Ha inoltre un basso contenuto calorico e contiene vitamine del gruppo B, potassio, magnesio e fosforo.

Crescita delle dimensioni dell'azienda
La superficie totale coltivata a ortaggi in Bassa Sassonia è cresciuta costantemente negli ultimi anni e ha raggiunto nel 2017 oltre 20.000 ettari. Le 881 aziende agricole della Bassa Sassonia coltivavano principalmente asparagi, cipolle, carote e lattuga iceberg, per cui la dimensione media di ogni azienda è aumentata di 23 ettari.

Fonte: Landvolk Niedersachsen

Ulteriori informazioni:
Uhrbach Gemüsinis
Inh. Alexandra Uhrbach
Boschstr. 24
D-21423 Winsen (Luhe)
Email: info@uhrbach-gemuese.de 
Web1: www.uhrbach-gemuesinis.de 
Web2: www.gemuese-box.de  


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto