Avvisi





La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Carenza di container da spedizione in Polonia

Manca solo qualche mese al termine della stagione melicola polacca. Per alcuni esportatori l'annata è stata molto difficile, ma altre società sono riuscite a vendere le loro mele senza problemi. Tuttavia, si è profilata una nuova difficoltà, in quanto i container per spedire i prodotti ortofrutticoli, al momento, sono difficili da trovare in Polonia.

Per l'esportatore di mele polacco Bialski Owoc, la stagione è stata piuttosto buona nel complesso. Anna Zasiewska, account manager per Bialski Owoc, afferma che la stagione ha portato sufficienti opportunità: "Quest'anno siamo riusciti ad accedere a qualche nuovo mercato. Le nostre spedizioni sono andate in Cina, India e Malesia. Questi, tuttavia, non sono stati i nostri mercati più grandi, dal momento che la maggior parte dei nostri prodotti ortofrutticoli viene spedita in paesi europei e una grande quantità anche in Egitto. Per essere il mercato egiziano, in ogni caso, il prezzo è stato molto soddisfacente".

Rispetto alla stagione scorsa, Bialski ha osservato una crescita stabile in termini di volume. Zasiewska precisa: "La stagione scorsa abbiamo esportato circa 20mila ton di mele, mentre quest'anno ne esporteremo circa 40mila ton. Ovviamente, se parliamo della Polonia in generale, la quantità di mele era semplicemente troppa, con circa 5 milioni di tonnellate. Per noi, le varietà più popolari sono state Golden Delicious, Red Delicious, Royal Gala e Idared".

I prezzi delle mele polacche sono stati molto bassi per gran parte della stagione, ma Zasiewska ritiene che la loro quotazione potrebbe aumentare in caso di un cambiamento nelle condizioni climatiche. "Vediamo alcuni produttori che immagazzino le loro mele di buona qualità con la speranza che il prezzo aumenti. Penso che questa sia una buona strategia, dato che al momento i produttori stanno perdendo denaro, ovvero circa 0,08 euro al kg. E' decisamente possibile che i prezzi aumenteranno tra un mese o due, a seconda di come cambia il clima. Diciamo che avremo calma piatta prima di aprile e maggio, dopo di che ritengo possibile un aumento delle quotazioni".

Un problema più grande per gli esportatori polacchi è la mancanza di disponibilità per i container da spedizione. "Attualmente scarseggiano. Potrei anche ricevere un ordine dall'Algeria che richiede 15 container di mele, ma al momento ne ho solo due a disposizione - spiega Zasiewska - Siamo in contatto con le società di trasporto e ci hanno promesso che cercheranno di procurarsi più container il prima possibile, ma per ora sono solo parole. Potremmo finire con il doverci rivolgere ad altre società in Italia o in Germania, per vedere se possono aiutarci".

Per il futuro, Zasiewska vede parecchie opportunità per incrementare il potenziale polacco nel settore. "Per una volta, potrebbe essere una buona cosa costituire una squadra che si concentri esclusivamente su una presentazione migliore dei prodotti ortofrutticoli polacchi. Abbiamo bisogno di un marketing migliore, dal momento che c'è la convinzione errata che i prodotti ortofrutticoli polacchi siano di qualità inferiore. Questo succede quando gli importatori egiziani cominciano ad acquistare direttamente dai produttori, ottenendo un prezzo migliore rispetto a quando si rivolgono a un gruppo, come la nostra società. La qualità dei prodotti ortofrutticoli non può essere garantita, in questo modo, e potrebbe danneggiare anche la nostra immagine in termini di qualità. Dobbiamo trovare un modo per rendere più attraente l'acquisto della merce da un gruppo organizzato".

Un altro sviluppo in Polonia riguarda la tendenza per le mele biologiche e Zasiewska riconosce il potenziale in questo mercato. "Abbiamo appena cominciato a lavorare con le mele biologiche, ma ne vediamo già il potenziale. I clienti richiedono il prodotto bio e il prezzo è un po' alto rispetto a quello delle mele convenzionali. Attualmente stiamo rifornendo due supermercati polacchi con le nostre mele biologiche, ma speriamo di cominciare a esportarle molto presto. Credo in questo prodotto - ha concluso Zasiewska - è buono, moderno e sta diventando sempre più popolare con il passare del tempo".

Per maggiori informazioni:
Anna Zasiewska
Bialski Owoc
Tel: +48 607 776 774
Email: a.zasiewska@bialskiowoc.com 
Web: www.bialskiowoc.com 


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto