Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Francia: cresce l'interesse per gli antichi pomodori della tradizione

L’azienda orticola Tomatec produce pomodori nel Lot-et-Garonne, dipartimento nel sud-ovest della Francia. "Coltiviamo più di 17 varietà, senza contare quelle ini prova", dice Jonas Hollaar, manager dell'azienda. "Il nostro lotto più grande di pomodori copre 4.000 metri quadrati ed è dedicato ai ciliegini".

Dal 2014, l'azienda produce anche antiche varietà tradizionali, che erano ormai dimenticate. "Non siamo dei pionieri, ma credo siamo stati tra i primi a coltivare in serra, nel Lot-et-Garonne. Abbiamo sviluppato varietà molto gustose e di qualità. Le raccogliamo al giusto grado di maturazione, in modo che possano sviluppare al massimo il loro gusto".

In Francia, l'interesse per le vecchie varietà tradizionali di pomodoro sta crescendo. Secondo Jonas, i volumi nel 2019 aumenteranno significativamente. "Molti produttori di pomodori a grappolo si sono rivolti a questo segmento, a causa dei pessimi prezzi ottenuti l'estate scorsa. Spero che tutti i produttori siano consapevoli dell'importanza di fornire un prodotto di qualità, che venga raccolto maturo e che non insegua solo una resa maggiore, ma un maggior gusto".

Le vecchie varietà soddisfano tutti
"I consumatori francesi sono sempre più interessati ai prodotti di qualità e, quando si tratta di gusto, sono disposti a pagare un po' di più", spiega Jonas. "Le vecchie varietà si rivolgono a tutti i tipi di clienti, perché ciascuno può trovare il gusto e la consistenza che preferisce e individuare così la sua varietà preferita, dal 'Black Crimean' al pomodoro 'Pineapple', per esempio".

Il sapore di una volta
Jonas aggiunge che i pomodori coltivati in serra o "fuori suolo" hanno una brutta fama, in Francia, spesso legata alla merce d'importazione che, a fronte di una resa elevata, risulta carente nel sapore. "Questo è particolarmente vero per i pomodori a grappolo e per quelli rotondi, conservati a temperature spesso troppo basse, che rovinano ancora di più il loro profilo aromatico. Molte persone rimpiangono sapore autentico dei pomodori della loro infanzia, che provenivano dall'orto dei loro nonni. Con le vecchie varietà, i consumatori ritrovano quei sapori del passato. Oggi, tutti i consumatori francesi hanno familiarità con almeno una vecchia varietà tradizionale di pomodori".

Un prodotto destinato al mercato locale
L'intera produzione Tomatec è commercializzata dalla Rougeline. "Queste sono varietà fragili, che non sopportano bene il trasporto, e hanno una durata di conservazione piuttosto breve. Una volta raccolti, i pomodori devono essere immessi rapidamente sul mercato".

Una storia di famiglia
Jonas è il nipote dell'olandese Job Hollaar, uno dei primi coltivatori di ortaggi a costruire, nei primi anni '60, serre in vetro nel Lot-et-Garonne. "Probabilmente è grazie a lui che in questo dipartimento si è sviluppato un parco di serre", racconta Jonas. "Ha anche presentato una varietà di fragole in Francia, la Red Gauntlet, che ha contribuito allo sviluppo del settore locale delle fragole, ora riconosciuto a livello nazionale ".

Foto accanto: Marie-Louise Hollaar mentre raccoglie le fragole

Philippe Hollaar, il padre di Jonas, ereditò le serre e il know-how da suo padre. A quel tempo, i telai erano realizzati in legno, le finestre dovevano essere aperte manualmente e le fragole venivano coltivate in suolo.

Sopra: un sito come appariva negli anni '70. Sotto: Marie-Louise e Job Hollaar 

Da allora, Philippe e Ruth Hollaar hanno modernizzato il parco serre, sviluppato la coltivazione fuorisuolo e si sono specializzati nella produzione di pomodori di qualità.

Philippe e Ruth Hollaar

Oggi, il loro figlio di 26 anni, Jonas, ha accettato la sfida assumendo la guida dell’azienda. Come giovane ingegnere agricolo, Jonas ha arricchito le sue conoscenze nel campo della coltivazione in serra, lavorando nelle serre in Bretagna, in Australia e in Sicilia. Per oltre tre anni, ha lavorato nell'azienda di famiglia, beneficiando del know-how dei suoi genitori.

Una serra adattata al sud della Francia
L’azienda della famiglia Hollaar copre quasi 200.000 metri quadrati di serre. Per l'estate del 2019, la famiglia sta pianificando la costruzione di una serra semi-chiusa di 86.000 metri quadrati. La serra semi-chiusa è un nuovo investimento per l'azienda che, fino ad oggi, aveva solo serre convenzionali. "Questo tipo di serra sembra si adatti bene al sud della Francia", dice Jonas Hollaar.

"Il concept del semi-chiuso consente l'hydrocooling (raffreddamento ad acqua), utilizzando solo le aperture di colmo molto piccole, che sono anche dotate di reti anti-insetti. Questa tecnica "innovativa" aiuta a tenere lontano la popolazione di insetti, in forte aumento nel sud della Francia a causa del riscaldamento globale ".

Promuovere l'economia locale
L'azienda impiega circa 26 persone per un'intera stagione, di cui 10 lavoratori a tempo indeterminato. Inoltre, la politica aziendale si è prefissa di assumere dipendenti residenti nell'area di Villeneuvoi, per promuovere l'economia locale.

L'azienda è impegnata su diversi fronti qualitativi e di sostenibilità ambientale, come l'approccio Agriconfiance all'azienda agricola, la certificazione GlobalGAP, Zero-Pesticide Residue e i requisiti "Tomatoes of France" dell'associazione AOPn.

L’azienda è impegnata a lavorare in modo sostenibile e ottenere la certificazione HEV. Nell'estate del 2018, è stata installata un'unità di microcogenerazione (1.500 kWh) per controllare il carico di riscaldamento e raddoppiare la produzione di energia: calore ed elettricità, un modello più sostenibile rispetto alla vecchia caldaia che produceva solo calore.

Per maggiori informazioni: 
Jonas Hollaar
Tomatec
jonas.hollaar@tomatec.fr  


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto