Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Si continua a monitorare la qualita' delle carote

A partire dal mese di dicembre, il commercio di carote in generale è incentrato sul prodotto stoccato nei magazzini refrigerati. Quest'anno le attesa sono elevate per la carota immagazzinata. I trasformatori si sono riforniti e i coltivatori non hanno venduto molto. I primi perché non volevano pagare quotazioni esose per il prodotto immagazzinato, i secondi perché vogliono ottenere prezzi più alti.

"La raccolta è avvenuta tardi, in questa stagione, fino a dicembre, e le celle refrigerate erano piene di prodotto", ha affermato André Louwerse dell'omonima impresa commerciale. "Non si sono avute piogge fino alla stagione della raccolta. E' una fortuna che in dicembre non ci siano state gelate, quindi i coltivatori non hanno aspettato per la raccolta. Per questo si è persa una quantità minore di prodotto. Ad esempio, un coltivatore ha raccolto due carichi a metà ottobre, lasciando il resto delle sue carote nei campi, fino a dicembre. Se avesse raccolto tutto in ottobre, sarebbero state perse migliaia di tonnellate perché le carote sarebbero state troppo molli e danneggiate".

Le rese sono abbastanza buone nelle regioni irrigue, ma la domanda è se la qualità di quei lotti sia altrettanto buona. "L'irrigazione avrebbe potuto garantire rese più elevate, ma il caldo, combinato con l'irrigazione, ha creato problemi. Una malattia come il marciume anulare, per esempio, che spesso si verifica negli anni piovosi, può ritrovarsi ora nelle carote irrigate e stoccate in deposito dopo la raccolta. In Belgio e nella Zelanda olandese, dove l'irrigazione è appena avvenuta, le carote si sono inzuppate quando è arrivata la pioggia. Non sappiamo ancora l'effetto che ciò produrrà. E' quindi importante continuare a monitorare la qualità delle carote".

Monitoraggio migliore grazie agli accordi contrattuali
Le ispezioni sulla qualità sono iniziate dopo Natale. Louwerse Wortelen fa da mediatore tra circa 150 coltivatori olandesi, per una produzione di 600 ettari, e trasformatori, in Belgio e Paesi Bassi. "Fare in modo che i lotti buoni vengano tenuti per ultimi, significa che sto facendo bene il mio lavoro, sia nei confronti dei coltivatori che verso i trasformatori. Ogni anno, circa il 10-20% dei lotti non ha una qualità sufficiente per la conservazione a lungo termine. E' quindi importante individuarli e venderli prima. Prendiamo sempre campioni di circa 10 chili da un lotto e li mettiamo nei fusti per la pulizia. Le carote pulite vengono analizzate per valutarne la qualità".

"Quando le carote mostrano segni di deterioramento, il coltivatore riceve una foto e un suggerimento per la fornitura di questo lotto. Quando non si nota alcun segno di deterioramento, il coltivatore può aspettare a porre quel lotto in vendita. E' quindi importante prelevare un altro campione poche settimane dopo".

"Anche la qualità successiva alla trasformazione è importante. In tal caso, è un vantaggio quando i coltivatori vendono parte delle loro carote sotto contratto. In questo modo si può fornire una spedizione composta da più lotti per vedere come si comportano gli ortaggi dopo la trasformazione. Questo è il mio consiglio per i coltivatori, perché è più facile da monitorare".

Deterioramento
André prevede che le carote non abbiano una buona conservabilità, quest'anno. Non è sicuro se si riuscirà a conservare il prodotto fino a maggio o giugno. "Vedo segni di deterioramento in molte carote e quindi quest'anno dobbiamo fare molta attenzione. Rispetto ad altre stagioni, il tempo è stato molto diverso. In media, abbiamo 850 mm di pioggia, ma quest'anno ce sono stati solo 650 mm. C'è stata una mancanza di pioggia in tutta Europa, anche in Polonia. A causa di una pioggia tardiva di fine stagione, si è risparmiato un bel po' di volume, ma dobbiamo essere molto rigidi per quanto riguarda la qualità e quindi preleviamo regolarmente dei campioni".

All'inizio della stagione, gli acquirenti hanno anticipato le condizioni meteorologiche estreme, immagazzinando i prodotti. I livelli dei prezzi sono stati quindi alti all'inizio della stagione di raccolta.

Louwerse Wortelen intermedia su circa 20-25 compratori permanenti per quanto riguarda la vendita e l'acquisto, magazzini refrigerati, trasporti e vendite di sementi in Belgio e nei Paesi Bassi.

"Ogni trasformatore si assicura che abbia le proprie scorte. Generalmente acquistano in anticipo i due terzi dei volumi necessari di carote, mentre un terzo viene acquistato in seguito. Questo potrebbe non sembrare molto, ma messi insieme si raggiungono numeri importanti. In questa situazione, i trasformatori non acquisteranno il prodotto aggiuntivo in anticipo. Gli acquisti più costosi sono già stati completati all'inizio della stagione di raccolta. La Germania ha già dichiarato di non avere molte scorte di prodotto, e da settembre verranno spediti grandi volumi", ha concluso André.

Per maggiori informazioni:
André Louwerse
André Louwerse Wortelen
Email: andrelouwersewortelen@agroweb.nl


Data di pubblicazione :



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto