Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La testimonianza di Florent Geerdens (René Nicolaï)

Il settore delle pomacee ha bisogno di un rinnovamento radicale

Il mercato belga delle pomacee non se la passa troppo bene. Un surplus nella fornitura delle mele ha comportato un crollo dei prezzi. I frutticoltori chiedono denaro e consigli. "Quest'anno siamo ben lontani dal raggiungere i prezzi di costo per questi prodotti". A dichiararlo è Florent Geerdens di Boomkwekerij René Nicolaï, un'azienda belga che coltiva alberi da frutto.

"Dall'inizio dell'anno si è verificato un leggero aumento nella domanda di mele. Questo, tuttavia, non si traduce in una quotazione migliore per l'agricoltore. Il surplus di offerta è presente su tutto il mercato europeo e questo sta facendo diminuire i prezzi".

"Le ragioni per un mercato così sfavorevole sono diverse. Innanzitutto ci sono le decisioni geopolitiche. Non abbiamo più accesso al mercato russo. Negli ultimi anni tutti questi prodotti sono finiti sul mercato europeo, mentre prima avevamo una via di uscita in Russia", ha detto Florent.

"In secondo luogo abbiamo una fornitura massiccia di mele. L'anno scorso abbiamo avuto a che fare con gelate notturne primaverili. Gli alberi si sono poi ripresi completamente. Quest'anno abbiamo avuto un mega raccolto. Ci troviamo a vendere tutti questi grandi volumi su un mercato che è più piccolo di quello che avevamo prima".

Varietà tradizionali
"Poi c'è il fatto che continuiamo a produrre varietà tradizionali. Questo è ciò che succede in Belgio, Paesi Bassi e Germania. Abbiamo cultivar datate come Jonagold, Elstar, Gala e Braeburn. Non facciamo abbastanza nel valorizzare un brand o nel cercare di ottenere nuove varietà. Inoltre, non rinnoviamo le varietà che abbiamo già".

"Nuova Zelanda, Washington e Sudafrica sono appassionati di innovazione e branding. Le cinque principali varietà tradizionali dell'Europa occidentale se la passano piuttosto male oggigiorno. Il settore ha bisogno di un rinnovamento radicale", ha continuato Florent.

I meleti hanno un ciclo alternato, quindi il raccolto di mele dell'anno prossimo dovrebbe essere più piccolo. "Speriamo che il clima ci venga un po' incontro la prossima stagione, perché a livello politico non c'è molto movimento. E' necessario un vero e proprio svecchiamento in termini varietali".

"I consumatori vogliono qualcosa di nuovo rispetto alle classiche mele. Lo si può notare nel fatto che Pink Lady, Kanzi, Junami e Magic Star stanno performando bene. Il mercato non cambierà drasticamente. Mi preoccupo, quindi, del fatto che la situazione non migliorerà nei prossimi anni", ha concluso Florent.

Per maggiori informazioni:
Florent Geerdens
Boomkwekerij René Nicolaï
22 Linde Street
3570 Alken, Belgio
Fax: +32 (0) 113 165 26
Email: info@renenicolai.be 
Web: www.renenicolai.be 


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto