Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Casertano, l'areale piu' precoce

Pomodoro da industria: una coltura in cui si crede ma la resa economica per i produttori e' quasi pari a zero

E' da anni che la campagna del pomodoro da industria risulta difficile. Non vale solo per quella del 2018. "Siamo un'industria a cielo aperto: tutto quello che succede in cielo, si riversa in terra. Sbalzi di temperatura, piogge, grandine, ritorni di freddo che fanno comunque male alle piante. Quella 2018 è stata un'annata alquanto negativa per quanto riguarda le rese, che sono risultate basse. Cosa che è andata a incidere anche sul prodotto trasformato finale". Così a FreshPlaza Giuseppe Cimmino dell'Azienda agricola Cimmino Antonio di Casal di Principe (CE).

"A livello di prezzi, questi non sono stati per niente favorevoli a noi produttori – aggiunge Giuseppe Lamberti dell'omonima azienda di Orta di Atella (CE) – Continuiamo a produrre perché è una coltura in cui crediamo e in cui mettiamo noi stessi. La resa economica è quasi pari a zero e non è proprio quello che riteniamo di meritarci".

Entrambe le aziende, socie della Organizzazione di produttori Apoc, lavorano circa 60 ettari di pomodoro da industria, oltre ad altri ortofrutticoli. "Rispetto ad altri areali italiani, come Puglia o Nord Italia, il nostro territorio si presta a rese superiori anche del 20-30% -riferiscono i due produttori - Abbiamo dalla nostra il clima giusto e la vicinanza al mare. Performiamo bene sulle varietà precoci, quindi dal 15 luglio siamo già sul mercato ed è una cosa conveniente anche per l'industria perché si estendono i periodi di produzione".

Il presidente della Op Apoc, Angelo Garofano, sottolinea che da un certo punto di vista, il meteo ha fatto anche un favore, riducendo i quantitativi e facendo riprendere quota a un mercato conserviero in piena crisi. "Dall'altra parte, bisogna fare i conti con le rese inferiori. I produttori che hanno raccolto prima sono stati molto penalizzati sia in termini di resa che di prezzi. Per la prossima annata, contiamo su un 20% in più di superficie coltivata e quindi la situazione si dovrebbe ripristinare. Nel 2018, in totale, si sono trasformati 4,6 milioni di tonnellate".

Contatti:
Giuseppe Cimmino
Azienda Agricola Cimmino Antonio
Cell.: +39 3389846551

Giuseppe Lamberti
Agricola Lamberti Sas
Cell.: +39 3284050547

OP APOC
Via R. Wagner K1 (P.co Arbostella)
84131 Salerno
Tel.: +39 (0)89 331758
Web: www.apocsalerno.it


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto