Avvisi

Ricerca di personale

Speciale continua

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Stabile l'export di verdure olandesi, import in calo

Nel 2018 sono stati esportati dai Paesi Bassi prodotti agricoli per complessivi 90,3 miliardi di euro. C'è stato un leggero aumento dello 0,2% rispetto al 2017, quando il valore era di 90,1 miliardi di euro. Tuttavia, la crescita è in netto contrasto con quella del 2016 e 2017 (che era stata del 4% e 6% rispettivamente). Anche l'import si è dimostrato stagnante, con un aumento di appena lo 0,5% nel 2018.

E' quanto mostra una ricerca dell'Istituto di ricerca economica di Wageningen e dell'ente olandese CBS (Centraal Bureau voor de Statistiek), commissionata dal Ministero dell'Agricoltura, Natura e Qualità alimentare (LNV).

Nonostante il rallentamento della crescita, i Paesi Bassi restano al secondo posto come principali esportatori agricoli al mondo, dopo gli Stati Uniti. I produttori olandesi hanno realizzato un valore di 65,4 miliardi di euro. La crescita dell'export si è appiattita

Import
Si stima che nel 2018 siano stati importati prodotti per 61,4 miliardi di euro, un incremento dello 0,5% rispetto al 2017. Anche in questo caso, il tasso di crescita è notevolmente più basso: nel 2017 era stato dell'8% rispetto al 2016. Il surplus commerciale di 28,8 miliardi di euro è dovuto alla crescita più alta delle importazioni rispetto alle esportazioni, con una riduzione dello 0,4% rispetto al 2017.

Andamento delle importazioni

Export di verdure stabile, l'import diminuisce
Pomodori, peperoni e cetrioli sono gli ortaggi più esportati. Nel 2018 il valore delle verdure coltivate in serra e in campo aperto è stato di 6,6 miliardi di euro, paragonabile a quello del 2017. L'export di pomodori è diminuito, ma quello dei cetrioli è in realtà aumentato notevolmente.

Paesi vicini
La maggior parte dei prodotti agricoli olandesi vengono esportati in Germania (22,8 miliardi di euro) e Belgio (10,2 miliardi di euro). Insieme, questi due paesi limitrofi contano per il 36% delle esportazioni agricole olandesi totali. Nelle prime dieci destinazioni d'esportazione non ci sono stati cambiamenti rispetto al 2017 e nemmeno l'ordine dei Paesi è cambiato.

Nel 2018, gli incrementi principali registrati nelle esportazioni agricole olandesi hanno riguardato il Giappone (+110 milioni di euro), il Marocco (+93 milioni di euro), la Polonia (+86 milioni di euro), la Russia (+77 milioni di euro) e la Cina (+66 milioni di euro).

Le maggiori flessioni, invece, hanno riguardato la Germania (-310 miliardi di euro), la Francia (-97 miliardi di euro) e il Regno Unito (-72 miliardi di euro).

La crescita dell'export in Giappone è stata rappresentata principalmente da maiale e bevande. Per la Polonia, un aumento costante si è avuto per le esportazioni frutticole, mentre in Russia sono stati esportati più fiori recisi.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto