1-MCP puo' prolungare la shelf-life del sedano di IV gamma

L'etilene è considerato un attore chiave nella regolazione della maturazione dei frutti climaterici e della senescenza degli ortaggi a foglia. Al contrario, c'è ancora disparità nella letteratura sul ruolo che può avere sul deterioramento della qualità di steli commestibili. "Abbiamo valutato l'influenza di acido 2-cloroetilfosfonico (Ethephon, generatore di etilene) e 1-metilciclopropene (1-MCP, inibitore dell'etilene) sul mantenimento della qualità del sedano tagliato fresco come prodotto di IV gamma", riferiscono i tecnologi del Gruppo di ricerca post-raccolta (CIDCA) di La Plata (Buenos Aires, Argentina).

Le coste commercialmente mature del sedano dorato autoimbiancante Golden Clause sono state tagliate a pezzetti lunghi 2 cm. I campioni tagliati dalle zone apicale e basale della costa sono stati separati e trattati con 2000 mg/L di Ethephon o con 1 μL/L di 1-MCP. Le fette corrispondenti senza alcun trattamento sono state usate come tesi di controllo. I campioni sono stati confezionati e conservati per 0, 6, 13 e 20 giorni a 4°C: durante questo periodo sono stati determinati il deterioramento visivo del sedano (DV), il tasso di respirazione, perdita di peso, la carica di batteri mesofili aerobici, lieviti e muffe. Sono stati anche valutati i carotenoidi, le clorofille, i fenolici, l'acido ascorbico, il polifenolo ossidasi (PPO), gli zuccheri, l'acidità titolabile, la parete cellulare e l'accettabilità del consumatore.

"L'etilene non ha avuto effetti importanti su perdita di peso, PPO, fenoli, zuccheri, acidità e acido ascorbico. Invece, ha aumentato la respirazione e accelerato la degradazione della clorofilla e l'ingiallimento della superficie. Al contrario, questi cambiamenti sono stati ritardati nel sedano trattato con 1-MCP, che ha anche mantenuto una carica microbica inferiore, in riferimento a batteri mesofili e lieviti, mostrando una minore incidenza di marciumi molli".

"Lo stesso sedano trattato con 1-MCP ha ricevuto punteggi più alti di accettabilità del consumatore - spiegano i ricercatori - Gli effetti dei trattamenti sono risultati più marcati sui campioni ottenuti dalla regione apicale delle coste. Complessivamente, i risultati rivalutano il ruolo dell'etilene sul metabolismo del sedano e indicano che il trattamento con 1-MCP può essere utile per integrare i benefici della refrigerazione e prolungare la shelf-life del sedano auto-imbiancante lavorato come prodotto di IV gamma".

Fonte: Juan Facundo Massolo, Lucía González Forte, Analía Concellón, Sonia Zulma Viña, Ariel Roberto Vicente, 'Effects of ethylene and 1-MCP on quality maintenance of fresh cut celery', 2019, Postharvest Biology and Technology, Vol. 148, pag. 176-183.


Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto