La Polonia non ha veri concorrenti sul mercato delle mele quando si parla di prezzi

La stagione polacca delle mele è caratterizzata da alti e bassi. Secondo molti coltivatori, il peggio è passato e gli operatori polacchi possono finalmente concentrarsi per far fruttare i loro investimenti.

Il mercato polacco delle mele è stato molto instabile, con un crollo dei prezzi, un'offerta abbondante e problemi con i lavoratori, ma secondo Anna Litwin, direttore alle vendite della Ewa-Bis, la stagione andrà bene. "Al momento il mercato è molto tranquillo, ma questo può essere dovuto al periodo post natalizio. Un sacco di persone sono tornate al lavoro solo lunedì 7 gennaio, quindi mi aspetto che presto ci sia una ripresa. La  campagna andrà bene, visto che i prezzi cominciano lentamente a salire".

I prezzi delle mele destinate alla trasformazione industriale sono aumentati di due o tre volte da metà dicembre, secondo Litwin. "Ciò ha avuto degli effetti anche sui prezzi delle mele destinate al mercato del fresco, che continuano ad aumentare. Ma bisogna chiarire una cosa: per i coltivatori, il rendimento non copre ancora i costi che devono sostenere. Infatti, si fa difficoltà a recuperare gli investimenti".

Grazie ai prezzi bassi, le mele sono ancora molto richieste dalle nazioni europee. "Esportiamo mele in Scandinavia, Spagna, Germania, Paesi Bassi, Francia, Danimarca, Romania, Ungheria, Repubblica Ceca - ha affermato Litwin - In realtà ci sono molti più Paesi europei che acquistano le nostre mele. Le varietà più popolari sono Gala Royal, Golden Delicious e, naturalmente, l'Idared che rimane popolare perché è una varietà molto economica".

"Credo che la Polonia non abbia davvero concorrenti quando si tratta di prezzi. Solo le mele provenienti dall'Ucraina potrebbero essere viste come una minaccia, dato che i costi della manodopera sono molto più bassi dei nostri. Quindi, è possibile che riescano a competere con le nostre quotazioni".

Secondo Litwin, l'Asia è un mercato molto interessante, ma i coltivatori polacchi devono ancora fare tanta strada prima di poter diventare un fornitore stabile per questi Paesi. "Per poter esportare in India, abbiamo bisogno di mele di ottima qualità, poiché potrebbero non arrivare in tempo a destinazione, se la qualità fosse inferiore alla norma. Ciò significa che la cosa più importante che dobbiamo fare in futuro è insegnare agli agricoltori come coltivare mele migliori. Questo è il lavoro più difficile, poiché è molto dura convincere i coltivatori che la qualità è più importante della quantità".

Una soluzione potrebbe essere quella di indirizzare i coltivatori verso le mele biologiche. "La Ewa-Bis lavora nell'ambito del biologico da diversi anni e ogni anno vediamo crescere la domanda di mele bio. Rispetto alle mele convenzionali, si tratta ancora di una piccola quota, ma è una strada molto interessante da prendere - ha dichiarato Litwin - Anche per gli agricoltori è più interessante, poiché i prezzi sono molto più alti delle mele convenzionali".

"Al momento, i consumatori pagano due, tre o anche quattro volte di più per una mela biologica. Non mi aspetto però che questo enorme divario continui ancora per anni. Direi che, in un contesto equilibrato, i prezzi delle mele biologiche dovrebbero essere tra il 30 e il 50% in più, rispetto a quelli dei frutti convenzionali".

La Ewa-Bis guarda al 2019 con l'idea di superare un paio di sfide: innanzitutto l’azienda vorrebbe crescere nel settore dei piccoli frutti. "Le mele saranno sempre il prodotto principale per noi, ma c'è molto da guadagnare con i nostri piccoli frutti. Ci piacerebbe anche svilupparci in una certa nicchia, come i frutti di Haskap - ha spiegato Litwin - E come ho detto prima, vorremmo concentrarci ancora di più sulla coltivazione biologica. Non solo per le mele, ma anche per gli altri nostri prodotti. Ci piacerebbe introdurre gli Haskap biologici, i mirtilli, ma anche i peperoni rossi, gialli e verdi. E le cipolle o le carote biologiche sono nella lista, come in realtà anche molti altri tipi di ortofrutta bio!".

La Ewa-Bis sarà presente a Fruit Logistica 2019 (Berlino, 6-8 febbraio) in Hall B CityCube, Stand D-15.

Per maggiori informazioni:
Anna Litwin
P.P.H. "Ewa-Bis" Sp. z o.o. 
Tel.: +48 722-277-011
Email: anna.litwin@ewabis.com.pl
Web: www.ewabis.com.pl


Data di pubblicazione :
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto