Nuova Zelanda: raccolto record di mele a rischio per carenza di manodopera

I melicoltori della Nuova Zelanda temono un raccolto record che, combinato con la carenza di braccianti, potrebbe comportare la perdita di parte della resa estiva. Il gruppo New Zealand Apples and Pears, che rappresenta il settore delle pomacee, vuole che il governo intervenga e permetta ai turisti di raccogliere la frutta senza un permesso di lavoro.

Il portavoce Gary Jones ha affermato che questo potrebbe verificarsi qualora il governo dichiarasse una carenza di manodopera stagionale nelle principali zone di produzione di mele di Hawke's Bay e Nelson. Ciò permetterebbe ai visitatori d'oltremare - che si trovano nel paese con visto turistico - di lavorare nel settore agricolo senza ottenere i consueti permessi di lavoro.

"Abbiamo un raccolto più abbondante, che richiederà molti più lavoratori ma le disponibilità di stagionali non stanno certo aumentando. L'altra sfida che dovremo affrontare è la disoccupazione estremamente bassa. Perciò, la situazione di quest'anno sarà caratterizzata da una carenza di manodopera molto più marcata e anticipata rispetto all'anno scorso".

La stagione di raccolta delle mele sarà pienamente in corso a metà febbraio e, secondo Jones, sarà molto poco probabile che a disposizione ci saranno abbastanza lavoratori per raccogliere il raccolto di quest'anno.

"Ci aspettiamo 30.000 ton di mele in più, a livello nazionale. Ciò significa oltre 600mila ton di frutta. Solo a Hawke's Bay, per esempio, serviranno circa 500 lavoratori in più solo per la parte di produzione eccedente".

Il sito web Tvnz.co.nz ha riportato che, in un recente comunicato, il Ministero per lo sviluppo sociale ha dichiarato di promuovere attivamente le opportunità di lavoro stagionale e di supportare chi cerca lavoro per colmare il gap.


Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto