Olandese acquista frutta d'importazione per conto di un'azienda russa

Un pagamento anticipato del 100 per cento e' insolito di questi tempi

Jean-Paul van Wijk opera da 42 anni nel settore del commercio ortofrutticolo. Attualmente si occupa esclusivamente dell'acquisto di questo tipo di prodotti da destinare al mercato europeo, per conto di un'azienda russa.

"Lavoro con questa ditta russa da 20 anni - ha raccontato van Wijk - Offriamo un concept unico, in quanto paghiamo direttamente dopo che le negoziazioni sui prezzi e i controlli di qualità sono stati completati. Solo allora i prodotti vengono caricati".

Un pagamento anticipato del 100% è insolito, di questi tempi; solitamente i termini sono a 60 giorni. Ciononostante, il commerciante è deluso dalle collaborazioni. "Gli olandesi, ma anche le società d’oltreoceano, hanno perso enormi quantità di denaro durante l'embargo. Ora sono riluttanti ad avviare rapporti commerciali con la Russia, ma il mercato offre un potenziale decisamente enorme".

"Vogliamo dimostrare che è vero il contrario - ha detto van Wijk - Il consumo di frutta e verdura in Russia cresce ogni anno. Con adeguate celle refrigerate e la giusta tecnologia per la maturazione, il futuro è promettente, per il partner giusto".

Van Wijk lavora per la Obelix Holding & Management. Per il controllo della qualità, collabora con la società olandese Moes Quality Control. L'acquisto si concentra principalmente sull'importazione di frutta, come uva, agrumi, avocado e melagrane.

"L'anno scorso abbiamo acquistato circa 100 automezzi per l'Europa. Inoltre, sto mettendo a punto in Costa Rica un progetto per l’ananas: sono molto speranzoso, perché è uno dei pochi Paesi in cui, dato il volume delle vendite, ci sono ancora opportunità di espansione".

Al momento, van Wijk è impegnato soprattutto nell'importazione di agrumi dal Marocco. "Abbiamo ricevuto circa 45 container di clementine e ce ne aspettiamo altri 60 di Nour e Afourer".

"Entro pochi anni, mi aspetto di avere un volume di circa 250-300 container dal Marocco. L'anno scorso abbiamo registrato circa il 40-50% in meno di esportazioni marocchine in Russia. Quindi ci sono state molte pressioni per vendere questi prodotti altrove".

A van Wijk piace moltissimo il suo lavoro. "Tutti gli scambi con la Russia sono diretti, devo solo avere il mio telefono con me. Questo mi garantisce molto più tempo libero. Inoltre, non devo preoccuparmi dell'amministrazione".

"In futuro, vorrei espandere le mie attività - ha concluso - Vorrei farlo collaborando con esportatori esteri che cerchino una clientela nei Paesi Bassi/Europa o che vogliono esportare in Russia".

Per maggiori informazioni:
Jean-Paul van Wijk
Obelix Holding & Management
Cell.: +31 (0) 653 812 246
Email: jeanpaulvanwijk@gmail.com


Data di pubblicazione:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto