Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Intervista a Renzo Piraccini, presidente di Cesena Fiera

Macfrut si allea e si amplia: dopo l'Egitto ecco la nuova fiera Mac Fruit Attraction in Cina

Dopo il gemellaggio dello scorso mese di gennaio (cfr. FreshPlaza del 16/01/2017) Macfrut insiste con la Cina annunciando la nascita di Mac Fruit Attraction China, evento fieristico che si terrà dal 22 al 24 novembre 2017 presso il Convention and Exhibition Centre di Shanghai. L'evento nasce dalla collaborazione fra Cesena Fiera, Ifema (Fiera Madrid) e VNU Exhibitions Asia ed è un nuovo progetto sulla scia della manifestazione Horti China.


Da sinistra Renzo Piraccini presidente Macfrut, Ton Otten direttore Vnu Exhibition, Niek Reichelt Vnu Exhibition, Raul Calleja direttore Fruit Attraction

Presidente Piraccini, non è un rischio far nascere un nuovo evento fieristico?
"Non partiamo da zero; sarebbe da pazzi. La fiera di Shanghai ha già una base di 300 espositori ai quali si aggiungeranno, secondo me, una cinquantina di italiani, più quelli che porteranno gli spagnoli. Sarà una vetrina per aprirsi alla Cina che è, da sola, un continente. L'evento di Hong Kong non ha la stessa valenza di Shanghai: qui ero già stato nel 2015 per sondare il terreno e oggi, a meno di due anni da quella visita, siamo giunti all'accordo.

L'Italia non ha ancora sbloccato i protocolli per esportare, a parte il kiwi, i nostri prodotti. A cosa serve questo Mac Fruit Attraction China?
Credo proprio che sarà la chiave per portare a casa quanto i nostri competitor hanno già fatto in termini di dossier. Prima di tutto serve più gioco di squadra, come già in precedenza ho cercato di fare (cfr. FreshPlaza del 13/01/2017) e, in secondo luogo, l'essere co-protagonisti nell'organizzazione di un evento simile porterà beneficio a tutto il comparto. Ma non dimentichiamo che tutti gli anelli della filiera hanno necessità di aprire i nuovi mercati: tecnologie, packaging, servizi: sono tante le imprese che possono partecipare a questa proposta.



Le fiere, anche a livello mondiale, non mancano: le imprese riescono a fronteggiare tutti questi costi?
Credo che l'importante sia esserci, anche con uno stand piccolo. In effetti consiglio spazi non enormi, ma utili per incontrare gli operatori.

Come organizzerete l'evento?

La fiera sarà articolata in quattro sezioni: Horti Seed, rivolta alla filiera sementiera; Horti Tech, dedicata alle tecnologie applicate alla produzione; IFresh, rivolta alla industria cinese di frutta e verdura, Mac Fruit Attraction China, che includerà la filiera ortofrutticola internazionale.

A chi vi siete appoggiati?
A VNU Exhibitions Asia che è una joint venture tra Royal Dutch Jaarbeurs (Olanda) e Keylong Mostre Service Co., Ltd (Cina). E' una delle prime società organizzatrici di fiere ed esposizioni e leader nel settore fieristico cinese da più di due decenni. Con oltre 150 dipendenti, l'azienda organizza ogni anno circa 20 mostre e conferenze in Cina.



Prima la missione in Cina, lo scorso gennaio; poi dal 10 al 12 maggio 2017, a Macfrut, proprio la Cina sarà paese d'onore. Adesso questa notizia. Il paese asiatico rappresenta il nuovo Eldorado dell'ortofrutta?

E' indubbio che una nazione come quella cinese vada considerata un vero e proprio continente. La loro economia in fase di sviluppo richiede svariati prodotti, dalla frutta alla verdura, passando dalle tecnologie: dobbiamo fare di tutto affinché l'Italia sia presa in seria considerazione in Oriente e noi ci stiamo muovendo in questa direzione.

Confermato comunque l'evento in Egitto...
Certo! Dopo la creazione del Mac Fruit Attraction MENA, che celebra la sua seconda edizione dal 22 al 24 aprile 2017 a Il Cairo, si aggiunge un altro importante elemento nella strategia internazionale adottata da IFEMA e Cesena Fiera, che rappresentano sempre di più una consolidata piattaforma per l'internazionalizzazione delle filiere ortofrutticole dei rispettivi Paesi.

Una battuta finale: state mettendo le bandierine in tutti i continenti, come nel Risiko...
Le bandierine lasciano il tempo che trovano. Lo scopo è quello di esportare tanti container di ortofrutta, tecnologie, servizi. Noi cerchiamo di fare la nostra parte e credo che ci stiamo dando da fare. Adesso tocca alle imprese e, non ultimo, alle Istituzioni.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2020

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto