Avvisi





Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Grazie alla Pesca Saturnia e' Marco Eleuteri il marchigiano dell'anno per l'Aics

Sarà Marco Eleuteri dell'omonima azienda agricola di Civitanova, principale produttrice nazionale nonché proprietaria del marchio Pesca Saturnia®, il premiato come "Marchigiano dell'anno" dall'Aics-Associazione Italiana Cultura e Sport, con sede a Roma.

Il premio è frutto del lavoro di promozione della Pesca Saturnia e delle colline maceratesi, eccellenza dell'agroalimentare nazionale, effettuato negli anni in tutta Italia da Eleuteri in qualità di Brand Manager.

La cerimonia si terrà giovedì 7 luglio alle 20 all'Hotel Excelsion "La Fonte" di Portonovo, alla presenza di autorità civili, militari e religiose.

Nel corso degli anni, il Premio è stato conferito a personalità del calibro di Diego Della Valle, Francesco e Vittorio Merloni, Valeria Moriconi, Carlo Bo, Pietro Zampetti, Giovanna Trillini, Valentina Vezzali, Tonino Carino, Giampiero Solari, Mons. Angelo Comastri, Linda Valori, Roberta Faccani.


Marco Eleuteri, con alle spalle la vallata del fiume Chienti dove si trovano i 40 ettari di terra coltivati a pesca Saturnia. Foto della regista milanese Giulia Massignan.

"Dedico questo premio a mio nonno, che purtroppo non c'è più, e a mio padre. Loro mi hanno trasmesso l'amore e la passione per questo lavoro, e sicuramente questo premio è più loro che mio. Con questo riconoscimento fino ad oggi sono state premiate varie personalità del settore agroalimentare, ma mai nessuna del settore ortofrutticolo. Grazie alla nostra Pesca Saturnia, anche all'ortofrutta marchigiana viene riconosciuta la stessa nobiltà alimentare di altri settori come quello vitivinicolo o culinario-gastronomico. La nostra frutta non ha nulla da invidiare ad altre eccellenze agroalimentari della regione e questo non può che essere motivo di grande orgoglio per me e per il settore ortofrutticolo cui ho il privilegio di appartenere", ha dichiarato Marco Eleuteri. (Fonte: cultmarche.it)

Il punto sulla campagna commerciale
In occasione dell'assegnazione del premio, FreshPlaza ha interpellato Marco Eleuteri per un punto sulla stagione della Pesca Saturnia.

"Siamo giunti a metà campagna e finora non ci possiamo lamentare - commenta Marco - soprattutto se consideriamo gli andamenti climatici avversi che abbiamo dovuto fronteggiare quest'anno: prima un inverno mite con poche ore di freddo, poi una primavera fresca e piovosa che non ha lesinato grandinate frequenti ed estese (tra maggio e giugno), con ripercussioni dannose per gli areali produttivi del Centro-Sud Italia. Insomma: una vera e propria corsa ad ostacoli!".

L'imprenditore rivela che, per fortuna, l'incremento produttivo dei nuovi impianti ha più che compensato i danni derivanti dalle bizze del meteo: "Viaggiamo a un tasso di crescita del 20%, in linea con le aspettative e con una tendenza che si mantiene più o meno costante da almeno 5 anni. Non abbiamo inserito nuovi clienti, il che significa che cresciamo congiuntamente ai nostri distributori".


Pesca Saturnia®.

Tutto ciò testimonia che a crescere sono i consumi: "Appare in aumento - nota Marco - il tasso di fidelizzazione all'acquisto dei consumatori abituali, sia il numero di nuovi consumatori che scelgono la pesca Saturnia. Noi raccogliamo i frutti di una politica della qualità senza compromessi che seguiamo da 30 anni (e quest'anno infatti la pesca Saturnia compie 30 anni. La prima pianta venne impiantata a Montecosaro nel 1986. E "Mamma Saturnia" è ancora là, dove la pose mio padre trent'anni fa!)".

Oggi la pesca Saturnia può essere acquistata in tutte le regioni italiane (a eccezione della Basilicata) ed è commercializzata nelle linee Premium delle maggiori insegne distributive italiane. I prezzi sono praticamente in linea con quelli dell'ultimo biennio.

Fondamentale per il futuro delle pesche platicarpa italiane è l'accordo che l'Azienda Eleuteri ha stretto con il CREA di Roma per il "Miglioranento varietale della pesca Saturnia". Marco Eleuteri: "Si tratta di un accordo che dovrebbe consentire all'Italia di recuperare un ruolo di primo piano nel campo dell'innovazione varietale, oggi completamente in mano a francesi e spagnoli".

Le pesche platicarpa di nuova generazione derivano principalmente da una famiglia varietale costituita negli anni 90 in Italia dall'intenso lavoro di miglioramento genetico eseguito dai ricercatori Antonino Nicotra e Luigi Conte dell'allora CRA-I.S.F.: le Ufo. "Siamo partiti per primi, e oggi ci ritroviamo ultimi, con gli Spagnoli che governano la produzione e che, insieme ai Francesi, dominano anche ricerca e innovazione varietale. Con questa alleanza con il CREA di Roma contiamo di recuperare uno spazio importante in Europa. La nostra ricerca privilegerà l'aspetto gustativo della frutta su tutti gli altri (punto debole delle produzioni spagnole), affinché nel giro di qualche anno vengano commercializzate come pesca Saturnia solo varietà dal gusto superiore, esclusive (quindi coltivabili solo dalle aziende aderenti alla Aop Armonia) e italiane. Ciò rafforzerà fortemente l'identità delle nostre produzioni e conseguentemente la loro capacità distintiva sul mercato internazionale, oggi totale appannaggio dei produttori spagnoli".

Per maggiori info:
Marco Eleuteri
Email: info@aoparmonia.it
Web: www.pescasaturnia.it / www.aoparmonia.it

Data di pubblicazione :
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:

Commenti recenti:


"Andrebbe precisato che le pesche Ufo non sono una famiglia "individuata", ma sono state costituite tramite un intenso lavoro di miglioramento genetico eseguito dai ricercatori Antonino Nicotra e Luigi Conte dell''allora Istituto Sperimentale per la Frutticoltura di Roma.
Antonino Nicotra"
Antonino Nicotra, Roma - 2016/07/05 19:42:51.000



© FreshPlaza.it 2018