Una panoramica sulla produzione francese di pomodori sotto serra

Sono disponibili nuovi dati sulla produzione francese di pomodori in serra.

L'inizio di una nuova stagione
All'inizio della nuova stagione del pomodoro francese, i prezzi risultano simili a quelli della stagione precedente, pur se in leggero calo. Un leggero aumento dei volumi indica una buona salute del raccolto dopo l'inverno.



Secondo i nuovi dati dell'ufficio statistico del ministero francese dell'agricoltura (Agreste), la superficie coltivata sotto serra è in una lieve diminuzione nel Nord-Est, mentre cresce lungo la costa atlantica. La produzione serricola francese è ancora dominata dai pomodori a grappolo, coltivati in strutture riscaldate o fredde.



Raccolto
A gennaio e febbraio 2014 il volume raccolto è risultato in crescita rispetto al 2013. Le serre delle zone occidentali, dalla Bretagna all'Aquitania, passando per i Paesi della Loira sono tutte entrate anticipatamente in produzione rispetto alla scorsa stagione.

I raccolti di fine 2013 non hanno sofferto la mancanza di luce solare causata da lunghi periodi di pioggia. Le temperature miti (a gennaio e febbraio 2-3 gradi sopra le medie stagionali) hanno avuto scarso impatto sul primo raccolto, ma hanno permesso spese minori sui costi energetici.



I prezzi sono simili al 2013. Durante l'inverno, il mercato francese è stato alimentato quasi esclusivamente dalle importazioni dal Sud (soprattutto da Spagna e Marocco). Le varietà "tradizionali", come il pomodoro insalataro, risultano sempre più popolari. L'area sotto serra destinata invece alle specialità, come i ciliegini, è destinata a crescere.



Produzioni e superfici
La regione PACA (Provenza-Alpi-Costa Azzurra) è l'unica a veder crescere la superficie di serre riscaldate. Per quanto riguarda le serre fredde, tutte le regioni del Sud Est sono in calo e nella regione Rodano-Alpi si registra un crollo del 20%. I pomodori a grappolo sono leggermente aumentati nella regione Paesi della Loira e nel Languedoc-Roussillon, mentre nel resto del paese sono stabili ovunque, ma stanno diminuendo nella regione PACA. I pomodori a grappolo rappresentano il 50% delle coltivazioni nelle serre riscaldate, in lieve calo in questa stagione dato un aumento del 5% delle serre fredde.

Stabile la produzione sotto serra
Nel 2014 la produzione di pomodoro in serra rimane la stessa del 2013. Il mite clima invernale ha contribuito alla produzione di pomodori a grappolo nelle serre fredde e ha compensato il calo di rendimento in quelle riscaldate, associate con l'arrivo di nuove varietà.

Le alte temperature registrate in Occidente e nel Sud a gennaio e febbraio hanno favorito le colture protette.

Calendario di produzione



Metodologia del rapporto
I dati riguardanti l'ambiente vegetale (superficie, produzione e calendario) sono stati forniti in base alla zone di produzione indicate nella mappa qui sotto. Per le regioni che non sono state indagate in questo modo, i dati sono stimati secondo le statistiche agricole annuali (SAA).

Quest'indagine si applica ai soli pomodori freschi. E' stata condotta in 6 regioni e suddivisa in 4 aree di produzione:

  • OVEST: Bretagna: fornisce il 39% della produzione francese sotto serra.
  • CENTRO-OVEST: Paesi della Loira: 15% della produzione nazionale.
  • SUD-OVEST: Regione dell'Aquitania: 9% della produzione nazionale.
  • SUD-EST: Regioni di Reno-Alpi, Languedoc-Roussillon e Provenza-Alpi-Costa Azzurra: 31% della produzione sotto serra francese.

Nel 2013 queste regioni rappresentavano il 94% della produzione francese di pomodori freschi

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto