Drupacee spagnole

Esiste una nicchia di mercato disposta a pagare per qualita' ed esclusivita'

L'attuale campagna delle drupacee è stata caratterizzata, fino ad ora, da notevoli ritardi nella raccolta e da cali nel volume di produzione, situazione che non ha fatto che peggiorare a causa delle basse temperature, oltre alle violente grandinate e le abbondanti piogge.

"Qualsiasi campagna è segnata dall'imprevedibilità del clima - ha affermato Ana Beltrán, amministratrice della valenciana Hispalco - Nel caso delle drupacee spagnole, il freddo, arrivato più tardi, ha avuto l'impatto peggiore, con ripercussioni negative sulla fioritura e sui frutti degli alberi in crescita. La pioggia e la grandine hanno causato gravi perdite ai nostri produttori nella zona di Murcia".



Secondo il commerciante, i prezzi non sono risultati svantaggiosi, sebbene non abbiano compensato le perdite causate dal maltempo. "Ovviamente, quando l'offerta non riesce a soddisfare la domanda, le quotazioni aumentano sempre, anche se questo dipende dal mercato di destinazione. Non è lo stesso in Francia o in Italia, che hanno le loro produzioni locali, o in Germania. Inoltre, altri Paesi con prodotti di qualità inferiore hanno approfittato dell'aumento dei prezzi per introdurre le loro drupacee nei mercati europei. E' sempre conveniente mantenere un equilibrio delle quotazioni per garantire la sostenibilità delle campagne, soprattutto quando si tratta di prodotti sensibili, senza una lunga durata di conservazione, così come le drupacee".



Frutta spagnola e prodotti francesi per completare la campagna
L'azienda valenciana di solito inizia la campagna delle drupacee, con le varietà precoci di Murcia, Huelva e Siviglia, intorno all'inizio o a metà maggio, a seconda del clima. Si prosegue a giugno con i frutti di Badajoz e Lleida e si termina ai primi di settembre.

"L'origine delle nostre drupacee, che etichettiamo con i marchi Monna Lisa, Lady Godiva e Hippie Chic, è principalmente spagnola - ha spiegato Beltrán - ma vendiamo anche alcuni piccoli quantitativi di drupacee francesi a marchio La Joconde, principalmente pesche e nettarine, a partire dalla metà di giugno fino a settembre".


"La Hispalco commercializza ciò che richiedono i clienti, il che non è facile, dal momento che il campo produce una quantità inferiore di frutta di qualità extra, rispetto ad altre categorie. Quest'anno, sotto Monna Lisa e Lady Godiva, che sono i nostri marchi premium, abbiamo venduto principalmente nettarine, pesche, pesche tabacchiere e susine, in questo ordine, e abbiamo notato un leggerp calo nella domanda di albicocche".

"C'è una nicchia di mercato pronta a pagare per la qualità e l'esclusività"
Per la Hispalco, tutti i mercati sono interessanti, anche quello asiatico, che negli ultimi tempi ha attirato molta attenzione.

"Di solito non chiudiamo nessuna porta. I mercati asiatici vanno di moda, quindi non li scartiamo; tuttavia, a volte, le spedizioni verso questi mercati comportano problemi logistici o richiedono protocolli che non tutti hanno in essere. Nel caso delle drupacee, le cose si complicano perché sono frutti sensibili, con una breve durata di conservazione. Abbiamo effettuato alcune spedizioni di ciliegie e agrumi ad una clientela già consolidata, per via aerea, il che si traduce in prezzi più alti. Tuttavia, è proprio per questo che l'Asia è interessante per la Hispalco, poiché esiste una nicchia di mercato pronta a pagare per la qualità e l'esclusività dei nostri marchi".



Prima campagna dedicata alle colture biologiche
"E' il primo anno in cui la campagna di drupacee biologiche è stata gestita da un nuovo dipartimento, creato appositamente per il nostro marchio Hispalco® Bio - ha affermato Beltrán - Poiché è stata la prima campagna, non è stato facile, ma abbiamo notato un aumento della domanda rispetto all'offerta. A volte, però, trovare produttori bio che soddisfino i requisiti di qualità del nostro marchio biologico è difficile, perché si creano ancora equivoci sul fatto che i frutti debbano avere dei difetti per essere veramente biologici. Noi crediamo il contrario: la natura è l'unica capace di avvicinarsi alla perfezione".

Per maggiori informazioni:
Ana Beltrán
HISPALCO, S.A.
C/ Barranco Pascual, 45. Pol. Ind. Campo Aníbal.
46530 Puzol, Valencia - Spagna
Tel.: +34 963404422
Cell.: +34 606686319

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


© FreshPlaza.it 2019

Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto