Incontro operativo del Tavolo Anticrisi Sicilia: produttori orticoli e GDO a confronto

Nuovo incontro operativo del Tavolo Anticrisi convocato dalla Presidenza della Regione Siciliana, al fine di concordare un programma di politica agraria teso a mediare le relazioni tra GDO e produttori orticoli e a risollevare le sorti del comparto.


Da sx. Polizzi, Moscato, Frittitta, Musumeci, Bandiera.

Ha dato inizio ai lavori il presidente della Regione, Nello Musumeci, assieme all'Assessore all'agricoltura, Edgardo Bandiera, al dirigente generale all'Agricoltura, Carmelo Frittitta, e al dirigente del Brand Sicilia e marketing territoriale, Pietro Miosi. Presente anche il sindaco di Vittoria (RG) G. Moscato e Gianni Polizzi, direttore del Consorzio orticolo del sudest Sicilia, distretto produttivo in fase di riconoscimento, nonché strenuo sostenitore oltre che fautore della proposta di convenzione tra la grande distribuzione e gli imprenditori agricoli.

Si è trattato di un confronto importante per capire sia i problemi riguardanti la differenza di prezzo tra acquisto dal produttore e rivendita al consumatore, sia per chiedere delle azioni volte alla tutela e alla valorizzazione del prodotto siciliano.


Un momento durante l'incontro

"Necessita il cambiamento" ha esordito il presidente Musumeci, che si è impegnato a riprogrammare altri incontri al fine di coordinare e sostenere le azioni tra la GDO e i produttori orticoli. Musumeci ha garantito la sua attenzione al comparto orticolo ed è pronto a sostenere una "battaglia sacrosanta di fronte all'indifferenza di Bruxelles".

"Ci ha fatto piacere constatare che la GDO continua a presenziare a questi incontri - ha detto Polizzi, da noi raggiunto telefonicamente - vuol dire che la strada del dialogo rimane la via maestra per individuare soluzioni utili ad appianare la crisi del settore orticolo siciliano. La presenza, venerdì scorso, dei rappresentanti di alcune importanti catene di supermercati, dimostra la bontà delle nostre istanze e siamo certi che i nostri interlocutori sappiano vagliarle al meglio le proposte sul tavolo. Tra i nostri obiettivi vi è la creazione di un accordo etico tra produzione e distribuzione ed un disciplinare che preveda un marchio Sicilia, a tutela della qualità e salute del consumatore. La GDO ha condiviso di buon grado la possibilità di stringere un patto capace di organizzare la filiera e di conoscere e quantificare la portata dei prodotti agricoli e di abbinarlo al fabbisogno dei consumatori finali. Ciò permetterà di ridurre gli sprechi alimentari, di variare le tipologie dei prodotti, di calendarizzare la produzione".


Da sx. Frittitta, Bandiera, Miosi, Di Bona

All'incontro erano presenti anche Cia, Coldiretti e Confagricoltura. Presente anche il Comitato Anticrisi Agricoltura, rappresentato da Angelo Giacchi, Salvatore Di Bona e Sebastiano Cinnirella.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto