Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

L'organizzazione FoodDrinkEurope contro l'Italia sulle indicazioni di origine

L'organizzazione dell'industria alimentare europea FoodDrinkEurope ha presentato un reclamo ufficiale alla Commissione UE contro l'Italia per l'adozione dei decreti sull'indicazione obbligatoria di origine per il grano duro nella pasta, riso e pomodoro nei prodotti a base di pomodoro, nonché per la sede dello stabilimento. Il governo italiano "ha adottato tali misure senza notifica preventiva all'Ue - si legge in una nota diffusa dall'organizzazione - e visto che la loro conformità al diritto dell'UE è messa in discussione, FoodDrinkEurope considera la propria denuncia come l'unica via da seguire per garantire il rispetto delle norme del mercato unico dell'UE".

Dopo la decisione di 8 Stati membri, tra cui l'Italia, di introdurre norme nazionali sull'etichettatura di origine, il commissario UE alla salute Vytenis Andriukaitis "ha promesso di aprire quanto prima una discussione a livello europeo che possa portare, anche alla luce degli esiti delle sperimentazioni nazionali, alla definizione di una nuova regolamentazione chiara e cogente in tutti gli Stati membri". E' quanto ha dichiarato Paolo De Castro, primo vice presidente della Commissione agricoltura dell'Europarlamento, dopo un incontro con il commissario. Andriukaitis, afferma De Castro, "ha anche confermato che nelle prossime settimane saranno pubblicati gli atti di implementazione previsti dall'attuale Regolamento sulle informazioni ai consumatori che, all'interno del quadro normativo vigente, chiariscono le modalità di indicazione dell'origine in etichetta".

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto