Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

I rivenditori europei non dovranno smorzare lo slancio delle vendite dell'uva a gennaio

Questo è il periodo dell'anno in cui UE e Regno Unito sono solitamente un ambiente molto favorevole per il commercio delle uve sudafricane, soprattutto nella stagione attuale. "I volumi europei sono terminati due settimane prima del solito e i volumi precoci in arrivo dal Perù sono più bassi a causa delle inondazioni, mentre le scorte brasiliane sono terminate verso la fine di novembre". A dichiararlo Sila Louw, specialista di vendita e marketing per l'azienda sudafricana AMC Fruit.



Sila ha continuato affermando che grazie al ritardo nelle uve di Orange River, i produttori di uva della Regione settentrionale (centrata intorno a Groblersdal e Marble Hall, Limpopo) hanno avuto un mercato europeo vivace e prevalentemente tutto per loro.

"Abbiamo aspettato molto tempo per far sì che le uve di Orange River sviluppassero il livello di Brix adeguato e ora con volumi più cospicui in uscita nelle settimane 50 e 51, i rivenditori UE dovranno individuare i giusti livelli di prezzo per conservare lo slancio delle vendite nella prima parte di gennaio.

Solitamente dopo Natale si registra un calo nelle vendite, ma ci si domanda quale sarà il livello esatto". Attualmente AMC Fruit sta inviando le uve bianche senza semi Prime, Sugraone e Thompson e le uve rosse senza semi Flame e Magenta, prelevate dalla Namibia e, dalla settimana scorsa, anche dalla regione di Orange River. La prossima settimana si comincerà con una varietà precoce rossa senza semi sudafricana chiamata Ralli. Nel complesso la produzione di uve rosse senza semi è raddoppiata dalla stagione 2012/13, con una forte crescita in tutte le principali zone di produzione.



L'Estremo Oriente è in attesa delle uve Sugraone
Dall'Estremo Oriente ci sono state richieste relative all'imminente raccolta delle uve Sugraone che dovrebbe cominciare nella regione di Orange River. "Al momento il mercato dell'Estremo Oriente non va molto bene per le uve bianche senza semi perché c' è ancora molto prodotto statunitense e alcuni problemi di qualità. Non sono molto incisivi con le uve Prime. Tuttavia, ci aspettiamo che quando gli Stati Uniti usciranno dal mercato e cominceremo a subentrare noi all'inizio dell'anno, le uve Sugraone si inseriranno bene".

Ci sono ancora alcune varietà con semi di valore
"Nel Capo Occidentale si può scoprire che ci sono agricoltori che non abbandonano determinate varietà con semi, come la Victoria, che fornisce una buona resa al produttore ad un prezzo che giustifica la sua presenza in azienda. E' ancora presente un po' di richiesta per varietà con semi dall'Europa. Due paesi che vengono in mente sono la Germania, che acquista e riesporta alcune varietà con semi come la Victoria verso i paesi dell'Europa dell'Est, e la Spagna, con il mercato all'ingrosso di Barcellona, ma lì è più una questione di colore, a prescindere dalla presenza dei semi. Sono in cerca, infatti, di una varietà di uva ad acino grande e dal colore tendente al giallo".

L'azienda AMC Fruit, parte del Muñoz Group, concentra il suo commercio di uve sul settore della vendita al dettaglio del Regno Unito, e anche sui supermercati europei. I volumi vengono indirizzati anche in Russia, dove le uve bianche senza semi sono andate piuttosto bene nelle ultime due settimane, e in Estremo Oriente, Medio Oriente e Canada, per evitare di dipendere troppo dal mercato europeo, per quanto buono sia al momento.

Per maggiori informazioni:
Sila Louw
AMC Fruit
Tel.: +27 21 851 1234
Email: sila@amcfruit.co.za
Web: www.munoz.co.za/

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto