Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il commento di Andrew Maughan (FreshMax)

Si parla della Cina come del santo graal per chiunque abbia problemi di sovraofferta

Da 15 anni FreshMax fa parte di SunWorld e si occupa di drupacee in Australia. La società coltiva e commercializza le susine Black Diamond e le albicocche Honeycot, oltre che altre varietà di pesche e nettarine da Sunworld da alcuni anni.

"Abbiamo un'ottima relazione con SunWorld, il loro programma di sviluppo varietale e modello di attività sono molto innovativi - ha spiegato Andrew Maughan di FreshMax - Gran parte del vantaggio con SunWorld è la rete globale di cui entri a fare parte con altri licenziatari. Far parte di questa famiglia offre molti vantaggi, c'è molto più della semplice genetica".


Andrew Maughan - IP Management & Commercialisation

"L'azienda [SunWorld] dispone di alcune varietà di nicchia che vanno molto bene sul mercato domestico australiano, dove abbiamo 150 ettari di frutteti e abbiamo appena cominciato a raccogliere le drupacee che saranno introdotte sul mercato interno per il periodo natalizio".

Il mercato cinese si è appena aperto alle drupacee australiane. Si tratta di una grande opportunità secondo Andrew: "Per molte categorie la Cina è un grande punto di riferimento per il nostro gruppo nel suo insieme. La sfida con la Cina è che si parla di lei come se fosse il santo graal per qualsiasi problema di offerta eccessiva, ma ci vuole tempo prima che si comprenda come ci si debba muovere sul mercato".



Andrew ha continuato spiegando che quando agrumi e uva da tavola hanno ottenuto l'accesso alla Cina ci è voluto un po' di tempo per assestarsi e affinché gli esportatori si conformassero al protocollo e consegnassero il prodotto giusto. "Ciò ha esercitato una grande influenza positiva sui nostri produttori di uva da tavola e agrumi in Australia - ha riportato Andrew - Ciò semplifica il tutto una volta che altri prodotti ottengono l'accesso. FreshMax New Zealand e Valley Fresh si sono già affermati in Cina e abbiamo specialisti sul mercato cinese all'interno della nostra società".

Sebbene sia particolarmente entusiasmante ottenere l'accesso al mercato cinese per le drupacee e costruire relazioni con alcuni dei player e-commerce e i rivenditori diretti, Andrew non ritiene che per il momento questo rappresenterà una bacchetta magica per le drupacee.

"E' un'ottima cosa per il futuro e possiamo orientarci maggiormente sull'export e gestire i nostri livelli di scorte domestiche. La Cina chiede comunque requisiti particolari, il colore è importante e amano i frutti grandi, molto più grandi di quanto richieda il nostro mercato domestico, quindi ciò significa che dovremo applicare dei piccoli aggiustamenti negli stili di coltivazione per ottenere frutti più grandi".

"Abbiamo le pesche tabacchiere, o pesche piatte, che stiamo già inviando in Asia. E' da un po' di tempo che lavoriamo con il programma di sviluppo varietale spagnolo e abbiamo 10 varietà diverse di pesche piatte in quarantena. Il nostro obiettivo è di avere un'offerta di pesche tabacchiere dall'inizio alla fine della stagione e riteniamo che questo rappresenti un grande potenziale in Cina, oltre che una grande estensione della categoria domestica".

Anche le susine hanno grandi prospettive per la Cina, dato che hanno una shelf life più lunga e sono più facili da spedire per via marittima e anche le nettarine hanno una capacità di conservazione piuttosto buona.

"In Cina bisogna inviare il prodotto giusto le susine devono essere grandi, dure, croccanti e dolci. Nonostante questo, ci sono differenze sostanziali nelle varie parti della Cina in materia di preferenze. Tipicamente ciò che esportiamo ora in Asia consiste in pesche a polpa bianca, ma nelle zone settentrionali c'è richiesta di pesche a polpa gialla ed esiste l'opportunità di espandere il mercato. La gestione della catena del freddo sta migliorando e le città crescono rapidamente, ma ci sono anche alcune città "minori" in Cina che sono enormi rispetto ad alcune città australiane come Melbourne o Sydney che hanno 4-5 milioni di persone, e in Cina crescono molto rapidamente".



Un altro mercato importante per FreshMax è l'India, che è ugualmente un mercato in crescita, ma può dimostrarsi difficile in materia di prezzi. "I prezzi domestici australiani sono stati piuttosto buoni, quindi l'attenzione non è stata rivolta all'export - ha spiegato Andrew - Abbiamo bisogno di un po' di consolidamenti anche sul mercato australiano, dove ci sono molti piccoli produttori e confezionatori, ma se si vuole cominciare ad esportare a livello globale c'è bisogno di lunghe linee di fornitura e la capacità di riempire i container. Lo abbiamo visto in altri paesi dove le società devono unirsi e costituire alleanze e lavorare per il bene comune. Consideriamo questo come parte del futuro anche se alcune categorie lo fanno già in Australia con agrumi e uva da tavola, per esempio. L'attenzione è rivolta principalmente all'export, il 40% di questi prodotti viene destinato alle esportazione, mentre per pere e mele si parla di meno del 5% e per le drupacee del 10% circa. Abbiamo quindi bisogno di incrementare queste categorie fino a un export del 20-25%".

FreshMax si concentra molto sul commercio globale e ha dipendenti in molti paesi in tutto il mondo che si riforniscono da parti terze in altri paesi e riforniscono i loro mercati asiatici e australiani.

"Sicuramente è meglio essere in grado di rifornire i rivenditori per tutto l'anno. Il mondo sta diventando più piccolo e l'Australia ha una posizione geografica difficile, perciò l'Asia attira sicuramente la nostra attenzione e c'è bisogno di determinate capacità per avere successo su tali mercati. All'interno della società ci sono alcuni dipendenti che parlano cinese e questo aiuta molto dal momento che comprendono gli usi e la cultura".

Per maggiori informazioni:
Andrew Maughan
FreshMax
Tel.: +61 3 5820 7500
Email: amaughan@freshmax.com.au
Web: www.freshmax.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto