Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Focus sul mercato mondiale delle banane

Negli ultimi mesi dell'anno solitamente c'è molto da fare sul mercato delle banane, dal momento che devono essere firmati i nuovi contratti per l'anno seguente. Inoltre, il ceppo TR4 della malattia di Panama e la Sigatoka nera sono come una spada di Damocle che pende sul settore. Per contrastare il ceppo TR4 della malattia di Panama non può essere fatto niente, mentre la Sigatoka richiede l'uso sempre più intensivo di prodotti per la protezione della pianta. Queste due sfide plasmeranno l'immagine del settore nei prossimi anni.

Negli ultimi mesi ci sono stati riscontri positivi da parte di scienziati che si stanno muovendo per contrastare entrambe le fitopatie. Una squadra di ricerca australiana è riuscita a manipolare geneticamente una Cavendish per fornire alla varietà la resistenza al TR4. Altri ricercatori hanno scoperto il gene con cui la Sigatoka nera sviluppa la resistenza ai prodotti di protezione per le piante. Per i commercianti che richiedono banane al momento il mercato è piuttosto buono. Nelle ultime settimane i prezzi sono aumentati a causa di una fornitura ridotta dovuta al maltempo in America Latina. Ciò nonostante, fatta eccezione per la Polonia, in nessun luogo sono state registrate perdite gravi.

Ecuador: i prezzi sono in aumento
Il paese è ancora il principale esportatore di banane. Oltre alle famose Cavendish, esporta anche banane rosse e mini, oltre che platani. Un esportatore ha riportato che i platani sono un ingrediente importante nella cucina ecuadoriana, ma la richiesta sta aumentando anche a livello globale. Stati Uniti, Francia, Argentina, Spagna e Paesi Bassi sono solo alcune destinazioni per questa banana. Per esempio, le banane rosse performano bene in Stati Uniti, Canada e Russia mentre le mini sono popolari in Argentina e Corea del Sud.

Nonostante questo, la Cavendish resta la banana maggiormente richiesta. In Ecuador la produzione è stata più bassa del 15% a causa delle condizioni climatiche del paese fino alla 48ma settimana. Secondo un esportatore il volume non tornerà alla normalità fino alla 28ma dell'anno prossimo. Nella corsa verso il Natale diversi mercati, tra cui la Russia, richiedono volumi maggiori. Inoltre la domanda è crescente perché altri paesi in America Centrale sono stati interessati dal maltempo, che ha incrementato la richiesta di prodotti ecuadoriani. A causa della mancanza di banane convenzionali, un esportatore ha notato un incremento nella richiesta dei frutti mini.

I prezzi hanno mostrato una tendenza al rialzo tra la 40ma e la 48ma settimana. Grazie a questo, la situazione si è ripresa dopo 15 settimane di prezzi bassi. Le prospettive indicano quotazioni alte fino a che le condizioni climatiche non miglioreranno, generando un incremento della produzione.



Brasile: una fornitura più bassa di banane Prata
La fornitura brasiliana di banane Prata a dicembre diminuirà leggermente nelle regioni più importanti. I produttori si aspettano prezzi migliori nelle prossime settimane. A ottobre la fornitura è stata superioreperché il processo di raccolta è stato velocizzato dal clima. I prezzi sono stati inferiori del 33% ai costi di produzione, con una media di 0,24 dollari/kg. Tale situazione non si osservava da novembre 2015.

Le esportazioni sono state un po' meno quest'anno, rispetto al 2016. La fornitura della varietà Nanica è diminuita nella maggior parte delle regioni. La Nanica è la banana più esportata, quindi questo suggerisce un miglioramento dei prezzi sul mercato globale. L'anno scorso la maggior parte di queste banane fu esportata in Uruguay.

Il Messico è in cerca di una posizione sul mercato globale
Sebbene il volume raccolto solitamente diminuisca un po' verso la fine dell'anno a causa di giornate più brevi e notti più fresche, un commerciante ha riportato che le rese sono ancora buone. Tuttavia, egli ha notato una riduzione del volume. Questo esportatore si aspetta un aumento rapido dei prezzi per un breve periodo, data la richiesta negli USA e negli altri mercati. Secondo l'esportatore messicano le banane domestiche sono in grado di sostenere la competizione in arrivo da Guatemala e Honduras.

Filippine: si spera per una ripresa nel 2018
Il volume delle banane filippine è stabile e il settore spera che quest'anno sia migliore di quello passato. I prezzi sono nuovamente sotto pressione, ma ci sono buone speranze per l'inizio del 2018. A gennaio o febbraio, le quotazioni dovrebbero aumentare. Non ci si aspetta che cambierà molto fino a Natale, anche se si spera in prezzi migliori. Per quanto riguarda la logistica, attualmente ci sono alcuni spedizionieri cinesi che esportano banane, anche se vengono considerati "piuttosto aggressivi". La speranza è che con una competizione maggiore, le tariffe saranno più basse.

Per il prossimo anno, il Governo si è impegnato per ridurre le tariffe per Corea del Sud, Giappone e Medio Oriente. Si spera, infatti, che questa tendenza continui. Il mercato domestico non è molto attraente perché i consumatori non sono abituati alle opzioni offerte da diverse varietà.

Sudafrica: preoccupazioni legate all'import
Le opinioni sul mercato sudafricano sono discordanti. Nella regione di Tshwane il volume "tende più al ribasso", mentre a Johannesburg i volumi sono "ragionevoli" e a Durban c'è più volume del previsto. La maggior parte delle banane a disposizione sono coltivate a livello locale. Sono limitate anche le importazioni dai paesi vicini come Mozambico e Zimbabwe. I commercianti sono contenti della qualità e delle dimensioni delle banane sudafricane. Solo un commerciante ha espresso insoddisfazione circa le importazioni.

Nella zona settentrionale del Mozambico è stato rilevato il temuto ceppo TR4 della malattia di Panama e si teme un'ulteriore diffusione. Le banane per il mercato sudafricano vengono coltivate nel Mozambico del sud. A KwaZulu-Natal, i produttori hanno a che fare con un'altra fitopatia, ovvero il virus BBTV (Banana Bunchy Top virus).

Una grande catena di supermercati in Sudafrica ha importato banane dall'Ecuador per un po' di tempo, tra lo scontento dei coltivatori locali. Le banane importate non sono molto più economiche delle banane locali, ma l'offerta mette comunque sotto pressione il mercato.

Spagna: opportunità per le banane delle Isole Canarie
I produttori delle Isole Canarie hanno una produzione per tutto l'anno. Quest'anno è stato raccolto un volume maggiore rispetto a quello degli anni precedenti grazie alle condizioni climatiche favorevoli. Ciò è risultato in una crescita più rapida e in volumi maggiori per i platani. I prezzi sono bassi perché il volume è cospicuo, ma la richiesta è limitata. Inoltre, la domanda di banane tende a diminuire prima della stagione natalizia.

Le banane delle Canarie competono con le importazioni dell'America Latina e da qualche anno si promuovono anche le banane africane. La Spagna è stata per 25 anni il mercato principale per le banane delle Canarie, seguito dal Portogallo. A causa della differenza di prezzo con le banane d'importazione, quelle delle Canarie hanno perso circa il 25% della loro quota di mercato, sebbene rappresentino ancora il 75%. In ogni caso il settore è ottimista e si aspetta una crescita. In corso ci sono anche dei tentativi di vendere le banane delle Canarie in altre parti di Europa. Germania, Svizzera, Regno Unito e Marocco sono considerate destinazioni potenziali. La sfida maggiore è quella di delineare le differenze tra i "plátanos" e le banane d'importazione e di essere competitivi in termini di prezzo.

La Francia si lascia alle spalle un anno difficile per le banane
Un importatore francese ha riportato che dopo il pessimo ultimo trimestre del 2016, le aspettative erano alte per l'inizio del 2017. Tuttavia, il mercato non si è ripreso e i prezzi per le banane extra europee non sono aumentati fino alla 14ma settimana. "Abbiamo avuto un buon mercato fino a metà maggio", ha dichiarato un commerciante. Tuttavia, il mercato è stato inondato dai prodotti stagionali ad aprile e maggio, cosa che ha causato un crollo dei prezzi. Il caldo mese di giugno è stato disastroso per il mercato delle banane. Secondo un commerciante "da giugno 2017 si è perso molto denaro con l'import e la distribuzione". Egli ha paragonato il mercato delle banane al poker. "Il mercato è imprevedibile". Questo commerciante importa da Nicaragua, Ecuador, Colombia, Costa Rica, Messico, Africa e Asia.

Belgio: sempre più banane attraverso i Paesi Bassi
In Belgio le banane sono il secondo frutto più popolare in termini di volume. Inoltre, le prospettive puntano ad un mercato delle banane belga molto stabile sul lungo periodo. Ciò che colpisce è che sempre più banane raggiungono il Belgio attraverso i Paesi Bassi. In un periodo di quattro anni il volume totale è aumentato di un sorprendente, del 700%. Anche al Germania ha registrato un incremento nella fornitura delle banane per il mercato belga, con una crescita di quasi il 300% tra il 2012 e il 2016. Il Regno Unito non è stata un'eccezione a questa tendenza, dal momento che il volume commerciale di banane negli stessi 4 anni è diminuito di circa il 70%.

Il mercato tedesco delle banane è stabile
In Germania il mercato delle banane si è mantenuto stabile per diverse settimane. Fornitura e domanda al momento stanno tenendo il passo l'una con l'altra. Solo a Monaco i prezzi sono leggermente più alti rispetto ad altri luoghi in Germania. Nel paese, i prezzi ammontano a circa 13,30 euro per 10 kg per i marchi di prima categoria, rispetto ai 14 euro per 10 kg registrati nello stesso periodo dell'anno scorso. Per i marchi di seconda categoria, la differenza è simile, con una riduzione da 10,60 euro a 9,90 euro per 10 kg. Nel complesso la qualità dei frutti è soddisfacente.

I commercianti hanno indicato che la produzione in paesi importatori come Ecuador e Colombia, tende più al ribasso. Ciò è dovuto alla perturbazione La Nina, la controparte di El Nino, che ha causato enormi fluttuazioni di temperatura sulla superficie del mare. Come in molti altri paesi dell'Europa occidentale, dicembre è generalmente un mese debole per le vendite in Germania a causa della grande fornitura di frutti più esclusivi, come carambola e litchi. Inoltre, la fornitura biologica e Fairtrade è in aumento in Germania. Anche discount come Aldi stanno tentando di differenziarsi.

Polonia: prezzi alti, volume basso
Secondo un commerciante polacco attualmente è in corso una carenza di banane in tutto il Nord Europa causata dal maltempo registrato ai tropici. Un importatore ha riferito: "Il raccolto di banane a settembre e ottobre è stato talmente buono in America Centrale che i produttori hanno deciso di distruggere un po' della produzione". Come risultato, a ottobre e novembre la fornitura è diminuita. Nonostante le stime più basse in Costa Rica, Colombia ed Ecuador, l'importatore ha dichiarato che il volume di produzione risulta normale. Il commerciante ritiene peggiore la qualità dei frutti a causa del clima freddo e prevede una fornitura più bassa, con prezzi più elevati. "Le quotazioni ai tropici sono alle stelle e molti importatori hanno ridotto i loro volumi per contrastare i rischi".

USA: previste vendite maggiori grazie alle tendenze salutari
La vendita di banane negli USA si è mantenuta buona fino a dicembre. Normalmente ai tropici la produzione diminuisce intorno a questo periodo perché le giornate sono più brevi e le temperature notturne si abbassano, ma questo non ha ancora avuto un impatto sul volume. Le banane sono ancora popolari e negli ultimi anni le vendite si sono mantenute stabili. Un commerciante ha spiegato che gli sviluppi nell'e-commerce si stanno tenendo sotto stretto controllo. Si sta cercando di rispondere a queste tendenze per potersi distinguere. In vista dell'attenzione crescente verso gli alimenti sani, la prospettiva è che il mercato delle banane continui a crescere. Il frutto viene fornito prevalentemente da Ecuador, Guatemala e Costa Rica.

Oman: un volume troppo elevato sul mercato
Secondo un importatore il volume sul mercato dell'Oman è troppo grande, sebbene la situazione potrebbe cambiare nelle prossime tre settimane. Le banane vengono importate da Ecuador, India e Filippine. Due mesi fa, il volume è aumentato e, secondo un importatore, tale fornitura maggiore è dovuta a raccolti più consistenti nei suddetti Paesi. Esiste una differenza di prezzo di 1 dollaro tra le banane latino-americane e quelle asiatiche. Le banane filippine hanno prezzi più elevati.

Australia: la domanda cala nei mesi estivi
I volumi nelle zone produttive principali sono buoni per il periodo dell'anno. Le condizioni di coltivazione sono eccellenti nella maggior parte delle regioni. I temporali nella regione di Cassowary Coast e Atherton Tablelands hanno causato alcuni danni ad alcuni produttori per via di vento e grandine. La maggior parte dei produttori si sta preparando alla stagione delle piogge. Quelli che hanno visto le riserve d'acqua diminuire negli ultimi mesi accoglieranno con favore le ulteriori piogge. I prezzi sono bassi, in linea con la tendenza registrata negli ultimi due anni.

Come in altri paesi la domanda diminuisce nei mesi estivi. Ciò è dovuto principalmente alle vacanze scolastiche e all'ampia gamma di frutti estivi. Tuttavia, le banane continuano a essere popolari. Secondo i dati di Nielsen il 94% della popolazione acquista le banane e annualmente il consumo pro capite arriva a 16 kg. Nella stagione 2016-17 i produttori di banane hanno venduto 414mila ton di banane per un valore di 600 milioni di dollari.

Non ci sono report relativi al ceppo TR4 della malattia di Panama dall'ultimo ritrovamento a luglio nel Queensland. Il primo riscontro è avvenuto due anni fa, nel 2015, nella stessa regione. La piantagione dove a luglio è stata individuata la presenza del TR4 apparteneva a una società che aveva adottato molte misure di precauzione e che era considerata un esempio da seguire da parte di altri produttori.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto