Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Il clima riduce i volumi di litchi proveniente dal Sudafrica

La stagione sudafricana dei litchi è cominciata, leggermente in ritardo, con le varietà precoci come la locale Early Delight, così come con le varietà cinesi Three Months Red e la Haak Yip. I litchi più precoci sono stati raccolti a settembre nella regione di Malelane, in provincia di Mpumalanga.


I primi volumi della varietà principale, la Mauritius, dovrebbero cominciare ad arrivare questa settimana da Malelane e Komatipoort, per durare fino a prima di Natale. Come risultato delle numerose giornate nuvolose delle ultime settimane, la crescita è stata in qualche modo rallentata. Ciò potrebbe avere ripercussioni sulle dimensioni dei frutti, ma è stato positivo per l'allegagione, oltre che per la minore incidenza di scottature solari. Al momento i litchi scarseggiano, ma i volumi dovrebbero aumentare nell'arco di una settimana o due, mentre i prezzi dei diversi calibri dovrebbero accentuarsi maggiormente.

"Quest'anno la stagione sarà nella media", dice Bobby Price, presidente della Associazione sudafricana dei Produttori di Litchi (SALGA). "L'effetto della siccità persiste tuttora, ci aspettiamo dunque volumi ridotti rispetto all'anno scorso. Non abbiamo avuto buone precipitazioni al momento opportuno".

A Komatipoort, Frik Joubert, ex presidente della SALGA, riferisce che la fioritura è stata nella media per via delle condizioni climatiche. "Abbiamo avuto piogge nel mese di maggio, seguite da un inverno caldo, e per questo le piante non hanno subito stress; la crescita vegetativa è proseguita a spese della fruttificazione. D'altro canto, la qualità sembra ottima quest'anno".


Lo scorso anno la produzione di litchi arrivò a 9.801 tonnellate, delle quali 4.909 tonnellate esportate, principalmente in Europa (e in particolare sul mercato olandese), Gran Bretagna e Canada, con volumi limitati destinati a Dubai e Stati Uniti d'America. Uno spedizioniere, che si occupa del trasporto aereo di prodotti ortofrutticoli freschi, ha informato FreshPlaza del fatto che, sino ad ora, la domanda di litchi da parte di Gran Bretagna e Medio Oriente è stata scarsa. La maggior parte dei volumi vengono invece spediti a Parigi.

L'industria del litchi è stata vittima del successo ottenuto da avocado e macadamia, il cui areale è più che raddoppiato negli ultimi 10 anni. Comunque al momento l'areale di queste colture è piuttosto stabile, a eccezione di una o due piantagioni nuove.

"Futuro brillante per il litchi in Sudafrica"
Bobby Price rimane comunque ottimista in relazione al futuro della produzione di litchi in Sudafrica. "Credo sia una coltura estremamente positiva, che compete solo con il Madagascar su un mercato abbastanza vuoto. Esiste tuttora un mercato forte per i nostri litchi. Una volta che i prezzi di avocado e noci macadamia si stabilizzeranno, i produttori cominceranno nuovamente a piantumare nuovi litchi. Per quanto riguarda la SALGA, si sta facendo molto lavoro dietro le quinte per espandersi in nuovi mercati, come ad esempio negli Stati Uniti".

Gran parte della produzione sudafricana di litchi viene esportata, e la stagione dura all'incirca dalla settimana 45 alla 7-8, passando dalle zone di produzione di Malelane e di Komatipoort, a quella di Nelspruit e poi di Tzaneen. La stagione di Nelspruit comincia nel periodo natalizio, per durare fino a metà gennaio, mentre quella di Tzaneen si conclude nel mese di febbraio. La coltura ha una conservabilità a scaffale molto breve: entro 24 ore dalla raccolta deve già essere in viaggio verso i mercati.

Una porzione rilevante del raccolto (oltre 3.500 tonnellate durante la stagione 2016/17) viene destinata all'industria di trasformazione, e volumi limitati raggiungono i consumatori sudafricani (circa 1.300 tonnellate la scorsa stagione), con loro grande dispiacere, dato che si tratta un frutto molto amato localmente.

Programma di riproduzione dei litchi
La SALGA sta portando avanti da diversi anni un programma di riproduzione dei litchi, in collaborazione con il reparto Colture Tropicali e Subtropicali dell'Agricultural Research Council di Nelspruit, per sviluppare cultivar che producano una differenziazione ne comparto. "La varietà Mauritius sarà sempre la nostra cultivar di base, ma dobbiamo raggiungere un buon equilibrio nel parco varietale" spiega Bobby Price. La Early Delight, i cui frutti presentano qualche problema in termini di fessurazione, fa parte anch'essa del programma di breeding.

Per maggiori informazioni:
Bobby Price
South African Litchi Growers’ Association (SALGA)
Tel: +27 13 753 5760
Email: bobby@halls.co.za
Web: http://litchisa.co.za/

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto