Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Nel settore ortofrutticolo, i clienti dovrebbero diventare ospiti

I fattori di successo che stanno dietro alla crescita esplosiva di piccoli frutti e prodotti esotici hanno costituito il tema di una riunione tra gli associati dell'Agro Business Club Westland (Paesi Bassi), tenutasi lo scorso 23 novembre 2017.

Introducendo l'argomento, il presidente onorario Ronald Grootscholten ha dichiarato: "Per chi lavora in questo campo è un fenomeno conosciuto, ma per chi è estraneo, lo è un po' meno". I dati mostrano che il Westland, cioè la cosiddetta "regione orticola" dei Paesi Bassi, gioca una parte importante nell'import di frutta. Il valore della frutta importata nella regione di Westland-Ostland è aumentato: da 1,9 miliardi nel 2006 a quasi 4 miliardi di euro nel 2016.


Host Rob Mulder di Cool Control.

La riunione si è tenuta presso la sede di Cool Control a Maasdijk e Rob Mulder ha parlato di come è finito a lavorare nel settore dei trasporti, con alle spalle un padre agricoltore, e di come abbia cominciato a refrigerare la frutta presso l'asta di 's-Gravenzande nel 1995. Nel 2017, Cool Control conta tre edifici dotati di 45 rampe di carico e la società offre in totale 9.200 spazi per pallet, suddivisi in 41 compartimenti che possono essere controllati indipendentemente, con un'ampia gamma di soluzioni logistiche a valore aggiunto.

Il secondo relatore è stato Jelger de Vriend, che in passato ha lavorato per Chiquita, Ahold e Total Produce ed è co-fondatore di Innovative Fresh. Con questa società, Jelger vuole rendere misurabile la qualità dei prodotti ortofrutticoli nel settore della vendita al dettaglio. Jelger lo fa monitorando e misurando settimanalmente la qualità dei prodotti ortofrutticoli nel retail in Regno Unito, Paesi Bassi, Belgio, Germania, Norvegia, Danimarca e Svezia. I clienti sono prevalentemente rivenditori, per i quali i prodotti ortofrutticoli rappresentano una quota notevole delle vendite e contribuiscono a profitti al di sopra della media.

Non si tratta di clienti, ma di ospiti
Jelger ha portato i partecipanti 90 anni indietro, nel 1926, quando il venditore di pneumatici Andre Michelin introdusse le stelle Michelin, le famose tre stelle che identificano un ristorante come valido da visitare. L'ex direttore di categoria ha affermato: "Possiamo imparare molto da questo nei settori dei prodotti ortofrutticoli e della vendita al dettaglio. Nei ristoranti si parla di ospiti da 90 anni. Nel settore di vendita al dettaglio continuiamo a parlare di clienti".


Jelger de Vriend

Con esempi che spaziano da Eataly, La Place, Whole Foods, Vapiano, PicaDeli e Jumbo, l'esperto di supermercati ha dimostrato che il fresco sta diventando in realtà più importante. "Ogni supermercato vuole essere il migliore nella categoria del fresco, perché è così che si raggiungono i consumatori. Ci si può anche trovare in un campo di competizione diverso online, ma i negozi hanno molto potenziale e noi, in qualità di settore ortofrutticolo, ci troviamo al centro dell'universo del fresco. I discount come Aldi e la sua Fresh Parade e Lidl, che vuole aprire 350 punti vendita negli USA, si stanno ugualmente distinguendo con i prodotti freschi - ha spiegato Jelger - In realtà sono diventati discount di servizio".

Pronto al consumo
L'obiettivo di Innovative Fresh è rendere misurabile la qualità. "Ciò succede in alcuni settori, ma difficilmente in quello ortofrutticolo. Spesso pensiamo dal punto di vista del prodotto o da quello della sua disponibilità, ma non dal punto di vista del consumatore e spesso non ci preoccupiamo del sapore di un frutto. Ma come si può vendere qualcosa che non si metterebbe sulla propria tavola? Un avocado o un mango su quattro viene venduto come pronto al consumo e invece non è maturo o lo è troppo secondo i nostri criteri. Non è un caso se gli avocado sono sempre tra i primi cinque prodotti più ricercati nei supermercati. Tuttavia, le susine d'oltremare o i kiwi dell'Europa del sud non hanno un buon sapore, in inverno. Fortunatamente, al momento rileviamo che l'attenzione per i pomodori, per esempio, si sta spostando verso un sapore migliore piuttosto che sulla quantità per metro quadro, grazie alla scelta varietale". 



Naturalmente Rob Mulder non ha lasciato che le critiche relative agli avocado lo toccassero. "Abbiamo macchinari che selezionano il prodotto proprio al grado migliore di maturazione. Se nei punti vendita gli avocado non sono maturi, è colpa del direttore locale del reparto, perché non sa niente del frutto. Gli avocado e i mango che lasciano questa sede fanno venire l'acquolina in bocca". I visitatori hanno potuto provarli in prima persona, perché ognuno di loro ne ha portato uno a casa.

Clicca qui per vedere il reportage fotografico

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto