Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Buono, sano, locale e bio: la filiera Auchan sul prodotto italiano

Rapporto diretto con i fornitori, schede tecniche a garanzia della qualità, controllo delle certificazioni e rispetto del codice etico: la rivoluzione Auchan nel settore ortofrutta, già cominciata a marzo di quest'anno rivedendo il posizionamento del reparto, parte dalla scelta dei produttori. Auchan Retail Italia privilegia il rapporto diretto con i fornitori, e ciò avviene condividendo le schede tecniche dei prodotti, a garanzia del buono e sano.



Al contempo Auchan si impegna nei confronti dei fornitori, con una programmazione dei volumi e una definizione corretta del costo. Da tempo nessun sistema di aste, quindi. Per presidiare il territorio e per garantire l'offerta locale, è stata effettuata una mappatura a livello nazionale, attraverso buyer regionali coadiuvati dai referenti dei punti vendita diretti e del franchising, con l'obiettivo di individuare tutti i bisogni dei clienti.



Sono stati poi ulteriormente selezionati i prodotti e i fornitori in grado di soddisfare le caratteristiche. Attualmente è in corso l'implementazione sulla rete da parte di Auchan Retail Italia, coadiuvata dal Servizio Qualità.

Il posizionamento del reparto ortofrutta è stato rivisto basandosi su quattro asset strategici. Primo: lo sviluppo delle filiere, con prodotti 100% italiani, di stagione e con un livello di residui del -50% rispetto ai parametri di legge. Solo se soddisfa tutte queste caratteristiche, il prodotto potrà diventare di filiera. Secondo: Auchan si impegna ad avere un prodotto a marchio che sia biologico e 100% italiano. Terzo: sia le referenze nazionali sia quelle locali verranno proposte nell'ottica della stagionalità. Quarto: lo sviluppo dei prodotti di marca privata sarà predominante per IV e V di gamma, la frutta e i legumi secchi, con l'obiettivo di soddisfare il maggior numero di richieste da parte dei clienti per questo tipo di referenze.



Il percorso, iniziato a marzo di quest'anno, nel 2018 vedrà una tappa importante: il lancio di una nuova comunicazione, per accompagnare il cliente durante la spesa nei reparti, per trasmettere così anche al consumatore finale i valori dell'intera rivoluzione. Questa non sarebbe stata possibile senza il lavoro di personale qualificato e appassionato. Perciò è stato definito per ogni punto vendita il corretto fabbisogno di personale, a fronte delle attività e degli standard di servizio. Rientra in questa logica l'implementazione della forza vendita. Inoltre, sono state individuate delle figure specializzate di supporto ai punti vendita, con il compito di accompagnare il personale trasmettendo loro il mestiere.

La conoscenza della materia prima passa anche attraverso i viaggi studio organizzati da Auchan (cfr. FreshPlaza del 07.07.2017): l'occasione per i collaboratori per conoscere da vicino non solo il prodotto, ma anche chi ogni giorno con passione lavora la terra. Un'altra novità del prossimo anno riguarderà proprio la formazione. Nel 2018 partirà infatti l'Accademia di Mestiere, un luogo in cui verranno formati tutti gli addetti Auchan già presenti in azienda o nuovi.

Auchan Retail Italia, ricordiamo, è il gruppo della grande distribuzione italiana che opera in 19 regioni con circa 19.000 collaboratori e una rete di 48 ipermercati Auchan, 1.500 supermercati (di cui circa 270 diretti) a insegna Simply, IperSimply, PuntoSimply e MyAuchan, e oltre 60 drugstore Lillapois.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto