Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Alcuni operatori soddisfatti dell'afflusso, altri lamentano poca attenzione

Fruit Attraction 2017 primo giorno: il commento di espositori italiani e stranieri

Differente, a seconda dello stand italiano visitato, il bilancio della prima giornata di Fruit Attraction, tuttora in corso, fino al 20 ottobre 2017, nella capitale spagnola. Per alcuni c'è stata una buona affluenza di visitatori, gli stand sono curati e la sensazione è che quella di Madrid sia una fiera sempre accogliente. Altri lamentano qualche pecca in organizzazione: pochi prodotti esposti e una scarsa "attenzione" a espositori e design/posizione degli stand.

Parlando anche con alcuni espositori stranieri, abbiamo comunque colto una discreta soddisfazione per il primo giorno di rassegna. Una tendenza sempre più evidente - come ci ha fatto notare un operatore italiano - è che la fiera madrilena sia "da toccata e fuga": molti, infatti, hanno preferito presenziare all'evento o programmare di farlo solo per una giornata.


La farmacia di frutta e verdura

Pare che, fra gli espositori italiani, i più soddisfatti siano quelli che si trovano sparsi nei padiglioni in mezzo agli stranieri, e non concentrati nella "zona 7". Questo perché hanno un notevole passaggio di visitatori esteri, mentre nella hall 7 la lingua principale è l'italiano, con inflessioni delle varie regioni.


L'interno della farmacia

Fra le cose che hanno attirato l'attenzione dei visitatori da annoverare la Farmacia, una riproposizione vera e propria di un negozio dove i farmaci però sono rappresentati da frutta e verdura fresche e trasformate. Un messaggio importante che però andrebbe veicolato anche al consumatore, non solo agli addetti ai lavori.


Veduta dell'interno della fiera

Immancabili, come da un paio d'anno a questa parte, i droni per l'agricoltura di precisione. Almeno un paio di stand ne avevano in esposizione, dedicati per lo più al rilascio di insetti utili a distanze regolari.


I droni volano anche sui cieli agricoli di Spagna

Tutta la gamma di frutta e verdura si trova esposta, perfino qualche pesca e nettarina. A far la parte del leone è l'uva da tavola. Allo stand Avi, grande curiosità hanno destato le nuove uve senza semi nere, in particolare la Arra 32, piantata anche in Piemonte.


Uva da tavola rossa, apprezzata quanto quella nera

Buonissima al gusto anche la Arra 28, rossa, croccante e con alto grado Brix. Oltre alle classiche bianche, certi mercati asiatici cominciano ad apprezzare anche le rosse e le nere.


Kiwi italiano in mostra

Tanti anche i kiwi esposti: e l'Italia su questo fronte la fa da padrone con la propria offerta e la qualità. Molto interessanti, e assaggiati, i kiwi gialli italiani.

Diversi poi gli appuntamenti dal sapore "nuovo". Ad esempio, è stato svelato il nuovo logo Marlene (vedi news correlata).

Autori: Cristiano Riciputi e Maria Luigia Brusco
Copyright: www.freshplaza.it

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto