Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

La campagna non sara' come quella precedente

I pomodori spagnoli tornano sugli scaffali dei supermercati europei

I pomodori di Almeria sono già stati spediti ai mercati dell'UE in un momento in cui l'offerta è ancora limitata, a causa del passaggio da quelli olandesi e di altri Paesi europei a quelli provenienti dalle campagne spagnole, marocchine, turche o tunisine.

"Abbiamo venduto pomodori tipo San Marzano convenzionali per due settimane e pomodori rotondi per una settimana - ha spiegato Miguel López, responsabile della società SAT Costa de Níjar - Le vendite vanno bene e i prezzi sono alti. Man mano che le produzioni diminuiscono nell'Europa centrale e settentrionale, troviamo più spazio per i nostri pomodori. Abbiamo appena iniziato e i volumi non sono ancora molto significativi. I prezzi diminuiranno gradualmente fra la fine di ottobre e l'inizio di novembre, quando l'offerta aumenterà".



La SAT Costa de Níjar, costituita da 94 produttori, è specializzata nella produzione di pomodori delle Isole Canarie, pomodori ciliegino, pomodori tipo San Marzano e pomodori a grappolo, sia convenzionali sia biologici, forniti tutto l'anno.

Secondo López, in Europa esistono sempre più Paesi produttori di pomodori, essendo una coltura che, come altre verdure, beneficia di inverni sempre più miti, rendendo possibile il prolungamento delle campagne. "La concorrenza di altri Paesi, nel settore dei pomodori, è in aumento".

Quest'estate, il virus del mosaico del pomodoro (ToMV) ha presentato il conto alla produzione di pomodori di Almeria, dal momento che le piante sono state recentemente reimpiantate, "causando volumi leggermente inferiori rispetto all'inizio della stagione, anche se la normalità sarà ripristinata nelle prossime settimane", ha sottolineato López.

SAT Costa de Níjar esporta quasi tutta la sua produzione, circa 11.000 tonnellate di pomodori all'anno, con Germania come sua destinazione principale. "Pochi anni fa, abbiamo esportato pomodori anche in destinazioni lontane, come Canada e Stati Uniti, dove i protocolli però sono diventati sempre più rigorosi. Abbiamo perciò deciso di concentrarci sull'Europa, che comporta rischi molto più bassi".



"Non so ancora come si svilupperà questa campagna - ha concluso Miguel López - ma dopo un decennio con i prezzi dei pomodori in calo, è improbabile che sia come la precedente, dal momento che i produttori hanno ottenuto quotazioni decisamente accettabili. In ogni caso, rimaniamo fiduciosi".

SAT Costa de Níjar sarà presente a Fruit Attraction (Madrid, 18-20 ottobre 2017), Hall 9 - Stand E07.

Per maggiori informazioni:
Miguel López
SAT Costa de Níjar
Tel.: +34 950 61 27 00
Email: miguellopez@costanijar.com
Web: www.costadenijar.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto