Le castagne combattono la stanchezza

Le castagne sono un alimento ricchissimo di nutrienti, tanto che, fino a qualche decennio fa, rappresentavano la basa alimentare della gente di montagna e l'albero si era guadagnato l'appellativo di "albero del pane" proprio per sottolinearne l'importanza. Prive di glutine, adatte ai celiaci, le castagne sono sazianti, vitaminiche e ricche di minerali, contenendo magnesio, potassio, fosforo, zinco, rame, manganese e ferro, essenziali per il benessere del sistema nervoso, per il corretto equilibrio idro/salino, per la regolazione della pressione arteriosa.

Inoltre rafforzano ossa e denti, garantiscono il corretto funzionamento del sistema immunitario, contrastano l'anemia, sono utili alla salute della prostata, prevenendo il rigonfiamento di questa ghiandola. Energetiche, attenuano naturalmente i disturbi depressivi e, essendo ricche di acido folico, fondamentale in gravidanza, assicurano il corretto sviluppo fetale ed evitano patologie come la spina bifida.

Le castagne riducono la stanchezza fisica e mentale, contrastano l'azione nociva dei radicali liberi, sono antinfiammatorie, diferibili, ripristinano la regolarità intestinale e combattono la stitichezza, grazie alle fibre in esse contenute; esercitano un effetto prebiotico, riducono il colesterolo cattivo, prevengono le patologie neurodegenerative, esercitano un'azione antibatterica (es. nei casi di E. coli).

Consigliate nei casi di astenia, stanchezza cronica, convalescenza, oltre che indicate negli diete degli sportivi, le castagne, rinvigorenti, contribuiscono alla formazione del collagene, proteina indispensabile per l'elasticità dei tessuti, in particolare della pelle, rendendola meno rugosa e più giovanile.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto