Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Renania-Palatinato (Germania): raccolto mele, mai cosi' basso

Le aziende agricole produttrici di frutta dello stato federato tedesco di Renania-Palatinato quest'anno raggiungeranno un raccolto di mele di sole 9.500 ton. Secondo le stime provvisorie dell'Ufficio statistico federale sarà ampiamente superato il record del 1981, relativo al raccolto più scarso (13.100 ton). Il motivo principale del calo è da ascrivere alle gelate tardive registrate ad aprile.

Il volume di raccolto previsto è di appena un terzo di quello normale registrato dal 2011 al 2016 (30.600 ton). La resa è stimata a circa 6,8 ton per ettaro. Negli ultimi 5 anni la resa è stata in media di 21,9 ton. Questo significa che ogni abitante ha a disposizione solo 2,23 kg della produzione domestica. Per un confronto: il consumo medio pro capite di mele nella campagna 2015/16 era di 19 kg. Le mele sono coltivate su 1.390 ettari e questo le rende la varietà di frutta più popolare nel Paese.

Raccolti bassi anche per altre varietà di frutta
Secondo le osservazioni dell'Ufficio statistico federale, anche altre varietà di frutta hanno registrato raccolti notevolmente più bassi. Le ciliegie si piazzano al secondo posto nelle statistiche, con 653 ettari. La resa stimata è di 2,7 ton per ettaro, cioè il 56% in meni rispetto alle normali 6,1 ton. Il raccolto stimato è di 1.700 ton.

Le amarene (562 ettari) hanno reso 5,9 ton per ettaro, non arrivando alla media annuale 2011-2016 di 8,5 ton per ettaro. Rispetto all'anno scorso c'è stata una riduzione del raccolto del 26%. Il raccolto totale ammonta a 3.300 ton. Le aziende agricole produttrici di pere (163 ettari) sono arrivate a una resa di 8,8 ton per ettaro e raggiungeranno solo la metà della loro media solita. Secondo le stime il raccolto sarà di 1.400 ton.

Fonte: statistik rlp

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto