Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Bionatura: il rispetto dell'ambiente come chiave per raggiungere i mercati esigenti del Nord Europa

"In anni in cui l'ortofrutticoltura si basava sulla coltivazione intensiva e convenzionale, a quei tempi più redditizia e comunque più semplice, abbiamo fondato la nostra azienda sul metodo dell'agricoltura biologica. Questa intuizione è stata una carta vincente, che ci ha permesso di ritagliarci una considerevole fetta di mercato". A dirlo è Elisa Lauria, responsabile qualità della Soc. Coop. Bionatura, nel descrivere l'azienda fondata da papà Rosario oltre 20 anni fa.


Vittorio Lauria (responsabile di campagna) assieme alla sorella Elisa (responsabile qualità), all'interno di una serra coltivata a ciliegino.

La cooperativa Bionatura nasce in effetti nel luglio del 2007, ma con un'esperienza già ben maturata nella produzione e nella commercializzazione di prodotti biologici. Oggi la società è ancora diretta da Rosario Lauria, coadiuvato dai figli Elisa, Giovanna e Vittorio.


Rosario Lauria

Incastonata nelle campagne di Chiaramonte Gulfi (RG), a un'altitudine di oltre 600 metri, l'azienda, grazie alle ottime condizioni climatiche e alla fertilità del terreno, è sempre riuscita a garantire una produzione idonea alle esigenze dei propri partner commerciali.

 
Sopra: serra coltivata a peperone in attesa che crescano le viti (vedi in basso a sx). In alto si nota un sublimatore di zolfo, che serve per prevenire l'oidio.

Bionatura ha un'estensione di circa 100 ettari, identificati su cartografie catastali, aerofotogrammetrie e sul documento denominato PAP che viene costantemente aggiornato e che identifica in maniera documentata il metodo dell'agricoltura biologica secondo il Reg. Ce 834/07.

Una più articolata descrizione dell'azienda - con particolare riferimento alla produzione, ai mercati esteri con cui lavora, alle certificazioni che possiede e altro - segue in una videointervista.

Ecco il video!


La coltivazione sfrutta il pieno campo (10%), le serre (40%) e vigneti a tendone protetti con film plastici (50%), con un variegato assortimento di ortaggi e frutta che soddisfa le richieste del mercato sia nazionale che internazionale.

Interessante la fotografia dell'andamento stagionale, che l'azienda descrive tracciandone non solo il trend, ma snocciolando prezzi e mercati di riferimento.


Confezionamento dell'uva da tavola Italia

"L'annata 2017 è stata tendenzialmente positiva - racconta Elisa Lauria, laureata in Scienze Agrarie - nonostante le intemperie meteorologiche che hanno bloccato le produzioni nei primi mesi dell'anno. Fortunatamente non abbiamo registrato danni da fitopatologie serie; ciò ci ha consentito di soddisfare il 100% delle richieste provenienti dai nostri partner commerciali, specialmente quelli esteri, che sono particolarmente esigenti in merito agli standard qualitativi".

 
A sx. Giovanna Lauria, responsabile di magazzino, in supporto ad un operatore

"Le nostre principali referenze hanno registrato prezzi in linea con le nostre aspettative - continua la responsabile della qualità aziendale - tant'è che il pomodoro a grappolo, uno dei nostri articoli di punta, ha fatto fin qui registrare un prezzo minimo di 80 cent di euro, fino a un massimo di 2,60 euro/kg. L'uva Italia la cui raccolta, iniziata a luglio, si protrarrà fino a dicembre, ha visto prezzi che sono andati da 1,20 euro a 2,90 euro/kg. Ottime quotazioni per lo zucchino che è andato da 0,70 a 3,40 euro/kg". Clicca qui per visionare l'intero calendario di produzione dell'azienda.

Gli articoli prodotti da Bionatura sono 25 in totale e quelli appena citati (come peraltro raccontato nella videointervista) costituiscono le referenze di punta; ma ne figura un'altra che risulta insolita per questi areali: la zucca della varietà Pluto. La cooperativa ne produce 160 tonnellate annue che commercializza nel periodo tra agosto e dicembre a 0,90 euro/kg.

 
Zucca della varietà Pluto. Sullo sfondo bins contenenti il prodotto in attesa di essere spedito.

"Tra i prodotti di punta, fin dall'anno scorso - spiega Lauria - fa parte anche la zucca Pluto, una varietà dall'accentuata dolcezza che la rende attrattiva per il mercato dei Paesi Bassi, dove simili peculiarità sono particolarmente apprezzate. Non a caso, il mercato olandese assorbe ben il 40% della nostra produzione".


Sopra e sotto: le celle a temperatura controllata sono dotate di erogatore di gas ozono, che sanifica il prodotto prima di essere trasportato. In alto (vedi sopra), al centro, si nota l'erogatore che viene azionato per circa due ore per ogni ciclo. In Sicilia sono pochissime le aziende che vantano l'innovativo sistema.



"Rispetto al 2016, ma ancor di più in confronto agli anni precedenti - conclude l'agronomo - vediamo una progressiva uscita dalla crisi economica. Per la prossima stagione si prospetta un trend positivo che infonde ottimismo al settore ortofrutticolo siciliano, sempre più apprezzato anche all'estero".

Contatti:
Soc. Coop. Agricola Bionatura

97012 - Chiaramonte Gulfi (RG) ITALY
Tel.: +39 0932921651
Fax: +39 0932921700
Email: info@bionaturacoop.com

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto