Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Marina Funghi: informatizzazione non vuol dire ridurre il personale

"Le temperature stanno cambiando e sta iniziando a fare un po' più fresco, cosa per cui le persone iniziano ad avere voglia di mangiare funghi; riceviamo una forte richiesta di Pleurotus che tuttavia, in questo momento, non riusciamo a soddisfare, in quanto lo sbalzo repentino di temperature ci è venuto un po' a sfavore, falsando la programmazione. Ma è solo questione di qualche giorno, poi partiremo alla grande". A dichiararlo a FreshPlaza è Marina Sesuru, titolare dell'azienda sarda Marina Funghi.


Coltivazione dello Champignon bianco.

"Stiamo inserendo nuovamente in assortimento tutte le varietà e per quanto riguarda lo Champignon abbiamo già aumentato i quantitativi. Sono contenta perché le richieste ci sono, i clienti sembrano abbastanza soddisfatti; insomma i numeri non mancano e questo per me è un buon indice di gradimento. I volumi sono leggermente più alti rispetto allo scorso anno in termini di produzione e contiamo comunque di aumentare ancora".

Il picco stagionale è previsto per ottobre-novembre e "saranno sicuramente i due mesi in cui noi daremo il massimo, mesi in cui lavoreremo veramente tanto. Già da metà ottobre mi aspetto il pienone; qualche cliente mi ha parlato di nuove iniziative da portare avanti".

In base alla sua esperienza, Marina afferma che novembre è sempre un buon mese, per i funghi. A dicembre invece si rimane su un livello alto di commercializzazione per via delle festività. A gennaio e febbraio fa particolarmente freddo, di solito, e si registra quindi un calo per Cardoncello e Pleurotus. "Ogni anno è a sé, quindi risulta difficile fare previsioni".



Pleurotus Ostreatus e Champignon tagliato.

Una novità aziendale riguarda un nuovo processo di informatizzazione. "L'abbiamo fatto proprio su misura per noi. Ci sta richiedendo parecchio tempo, perché comunque anche noi dobbiamo capire come tradurre tutti i passaggi dalla carta al digitale. Arriveremo a utilizzare un tablet per quanto riguarda sia la raccolta sia la produzione e il confezionamento".

Secondo Marina, il primo vantaggio è sicuramente una migliore organizzazione del lavoro, perché l'informatizzazione consente di avere tutto sotto controllo e tutto in tempo reale. "Saprò subito, per esempio, quale potrà essere la produzione, la giacenza; se ho prodotto in più o in meno e quindi riuscirò a gestire meglio anche le vendite. A trarne beneficio sarà pure la gestione imballaggi e spedizioni. Per esempio sulla rintracciabilità, avremo tutto sotto controllo in un unico passaggio, al posto dei due attuali: ora prima si scrive un documento a mano e poi questo viene comunque trasferito in un file".


Cardoncello sfuso.

Informatizzazione però non equivale a minore manodopera, in questo caso. Marina spiega infatti che si tratta solo di ridurre le tempistiche di lavoro e non il personale. "Io ci definisco una grande famiglia e, nel bene e nel male, restiamo tutti uniti".

Contatti:
Marina Sesuru
Marina Funghi S.S.A
Reg. Trunconi SNC
09098 Terralba (OR)
Email: info@marinafunghi.it
Web: www.marinafunghi.it
Facebook: Marinafunghisardegna
Twitter: MarinaFunghi
Instagram: marina_funghi

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto