Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Colpite anche altre produzioni ortofrutticole

Spagna: il maltempo lascia il segno, perdite milionarie per gli agrumi

La pioggia e il maltempo cominciano a cessare dopo quasi dieci giorni di fila in cui non vi è stato alcun sollievo per la maggior parte degli agricoltori valenciani; colpiti dai temporali, in particolare agrumi e cachi. Danneggiate anche le piantagioni di piccoli frutti in Huelva e gli ortaggi in campo aperto a Murcia.

Perdite milionarie per gli agrumicoltori delle province di Valencia e Castellón
Le piogge sono proseguiti per circa dieci giorni a Valencia e Castellón, che ha causato l'interruzione delle attività di raccolta e di gestione degli agrumi così come il loro imballaggio. Gli agrumi non possono essere raccolti quando sono bagnati e conservati nelle celle per l'aumento dei casi di marciume. Per questo motivo sono stati venduti quasi tutti gli stock, disponibili fino ad oggi.



Secondo le organizzazioni agricole AVA e La Unió, le piogge hanno già danneggiato in modo significativo diverse varietà di mandarino, in particolare Clemenules, che sono in pieno periodo di raccolta; resta ancora da raccogliere il 70% della produzione tra Castellón e Valencia.

Si stima che le perdite siano superiori a 100 milioni di euro. Le piogge sono terminate; le raffiche di vento potrebbero aiutare affinché la situazione non degeneri nei prossimi giorni per l'umidità in eccesso.

Altre coltivazioni
Colpite le coltivazioni di cachi con cali di produzione, anche se in misura minore, perché la loro buccia è più resistente di quella degli agrumi.

Le famose uve di Capodanno Aledo sono in fase di raccolta ma le piogge costanti ne hanno influenzato la qualità. Si prevedono riduzione nei volumi totali e aumento dei costi di gestione. Sicuramente il settore dovrà importare più uve brasiliane.

Le piogge sono state accompagnate da tornado in casi molto specifici, danneggiando 30 ettari situati a Palos de la Frontera e Moguer, causando gravi danni alle strutture. Maggiori danni si registrano nelle zone di Lepe e Cartaya, soprattutto alle colture di fragole: le abbondanti precipitazioni hanno inondato le serre ed eroso il suolo in fase di riposo. In alcune lotti di terreno, i danni raggiungono il 50%; tuttavia, la stragrande maggioranza delle aziende agricole di fragole sono fortunatamente assicurate. Si prevede un ritardo di 10 giorni nella raccolta dei frutti.

Le piogge hanno fatto interrompere le operazioni di raccolta di lattuga in Murcia. A rischio i volumi disponibili per le prossime settimane (quelle pre-natalizie), in quanto il ritmo abituale di produzione e raccolta risulta sballato.

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto