Avvisi

La clessidra

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Gli esportatori turchi di agrumi sono interessati a incrementare la quota di mercato in Romania

A fine novembre, in Romania, i rappresentanti degli esportatori di agrumi e delle principali catene di vendita al dettaglio del Paese si sono incontrati all'Athenee Palace Hilton con i membri del Turkish Citrus Promotion Group, che hanno mostrato un forte interesse nell'incrementare la quota di mercato nel Paese.

L'incontro è stato facilitato da Ali Kavak, presidente del gruppo turco che ha già una piccola quota di mercato in Romania e si propone di raggiungere una crescita significativa nel 2017.

"Negli ultimi anni, le relazioni economiche e commerciali tra Turchia e Romania non hanno assistito a grandi sviluppi, fermandosi a circa 5-6 miliardi di dollari. Lo stesso vale per quanto riguarda la frutta e verdura fresca e gli agrumi. Il nostro desiderio è quello di sviluppare ed espandere il commercio tra i due Paesi - ha affermato Kavak - Siamo convinti che il nostro arrivo qui, mirato a stimolare la crescita e garantire lo sviluppo degli scambi commerciali tra i nostri Paesi, produrrà risultati positivi".

La Turchia è il quinto principale produttore di ortofrutta fresca al mondo, con una quota del 2,4%, oltre ad essere al nono posto come coltivatore di agrumi, con una quota del 2,7%.

Il settore degli agrumi turco, che contribuisce alle esportazioni complessive del Paese con spedizioni per un valore di circa 1 miliardo di dollari, si caratterizza per la varietà della sua produzione. La Turchia è al 36esimo posto come maggiore esportatore di mandarini al mondo, al 35esimo per i limoni, al 20esimo per le arance e al nono posto come maggiore esportatore di pompelmi.

Attualmente oltre la metà delle sue importazioni di agrumi della Romania arriva da Grecia (con una quota del 33,1%) e Turchia (24,8%).

Fonte: mediafax.ro

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto