Spagna: si spera nella riapertura delle frontiere USA ai peperoni

E' trascorso quasi un anno da quando il Servizio di ispezione sanitaria per animali e piante degli Stati Uniti (APHIS) ha annunciato la sospensione delle importazioni di peperoni spagnoli per ridurre il rischio di ingresso di parassiti e fitopatie esotici (cfr. FreshPlaza del 07/01/2016). Tutto è partito dall'individuazione della mosca mediterranea della frutta in una spedizione di peperoni da Almeria.

In questo periodo, con l'inizio della nuova stagione, alcuni produttori spagnoli, compresi coloro che avevano già esportato verso gli Stati Uniti prima della sospensione, stanno preparando le loro aziende agricole per soddisfare i più recenti requisiti stabiliti nel protocollo fitosanitario per l'export di peperoni. Il settore è praticamente pronto e attende solo l'entrata in produzione di varietà adatte e la riapertura ufficiale del mercato da parte delle autorità statunitensi, che potrebbe essere imminente.

Quando gli Stati Uniti chiusero il mercato, i prezzi che pagavano per i peperoni erano buoni, superiori a quelli offerti nel resto d'Europa - anche se i costi sono più elevati - e ci si aspettava una buona campagna a gennaio e febbraio. Per questa nuova stagione, gli esportatori di Almeria sono fiduciosi di poter nuovamente spedire gli ortaggi negli USA.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto