"Categoria "Over All"

Un packaging innovativo Besana, in partnership con Smilesys e Bioplast, vince l'Oscar 2016 dell'Imballaggio

Venerdì scorso 15 aprile 2016 a Milano, presso la sala "Dino Buzzati" del Corriere della Sera, si è svolta la premiazione dei "Best Packaging 2016". Fra i premiati dalla giuria, nella categoria "Over All", il gruppo leader italiano nella produzione e commercializzazione di frutta a guscio ed essiccata, Besana (insieme a Smilesys e Bioplast, partner del progetto) per un innovativo contenitore apri-chiudi con film plastico, senza coperchio supplementare.


Da sinistra, Marco Gambardella (Bioplast); Riccardo Calcagni (Besana); Ernesto Zanarella (Smilesys), Giampaolo Gentile (Besana).

Lo speciale film richiudibile brevettato è stampato, accoppiato e fustellato, tutto 100% PET e dunque 100% riciclabile. Una soluzione composta da due strati di film in poliestere che vengono separati durante l'apertura. Lo strato inferiore del film rimane saldato alla vaschetta, fungendo da bordo interno atto anche a evitare la fuoriuscita di briciole quando si preleva il prodotto. Lo strato superiore viene sollevato e una linguetta ergonomica ne facilita l'apertura. Uno speciale adesivo idoneo al contatto alimentare garantisce la richiudibilità per decine di volte, evitando così gli sprechi alimentari dovuti al deterioramento del prodotto dopo l'apertura della confezione.


Pannello illustrativo del packaging premiato.

Riccardo Calcagni, AD dell'azienda Besana che abbiamo intervistato direttamente a Milano pochi minuti prima della premiazione, così spiega a FreshPlaza: "Si tratta di un imballaggio innovativo che, accanto caratteristiche di base come la trasparenza e la praticità, presenta un'economicità di imballaggio, cioè una confezione minimale. Abbiamo ridotto di 7 volte la plastica impiegata rispetto al precedente. Siamo davvero orgogliosi per questo premio, che è arrivato per la sostenibilità e per la praticità del sistema apri-chiudi. La vaschetta è rigida, ma abbiamo superato il concetto di coperchio rigido optando per un film che riesce ad aderire e garantire numerosi atti di apertura e chiusura".


Particolare del packaging premiato.

Questo packaging ha superato in maniera brillante l'esame di un mercato "prova" come quello belga e, successivamente, è approdato su quello inglese, piazza molto recettiva sul fronte del packaging evoluto, ecoambientale. Perché il mercato belga è stato usato come prova? Per il semplice fatto che è multirazziale e multiculturale quindi, se viene promosso lì, il prodotto sotto esame andrà bene quasi sicuramente ovunque. Oltre che per la Linea Besana, il pack è stato introdotto anche per le private label Delhaize e Waitrose.

"In questo packaging – continua Calcagni – abbiamo inserito frutta secca, frutta essiccata ma anche semi e i vari mix con macedonia di frutta, aree food a noi pertinenti, quindi salutari. Volendo specificare le declinazioni, si tratta di super food, nutritions, rompi-digiuno. Questi i campi più innovativi".

Il sistema apri-chiudi "Smile Lite" è stato brevettato da un'azienda italiana, la Smilesys, di Piazzola sul Brenta (Padova).


Da sinistra, Riccardo Calcagni e Giampaolo Gentile.

Dal punto di vista tecnico, questo packaging nasce per tre motivi, come spiega Giampaolo Gentile di Besana: "Prima di tutto per il rispetto ambientale, grazie alla diminuzione notevole di materiale rispetto alle confezioni precedenti. Fino ad oggi si pensava la chiusura come film più coperchio. Oggi ci fermiamo al solo film. Poi vi è l'aspetto legato al mono-materiale, PET cento per cento riciclabile. Infine, punto di forza, la funzionalità dell'imballaggio: il sistema apri-chiudi è perfetto e non cede dopo pochi atti di apertura e chiusura come altri".

L'esigenza da cui è scaturita la scintilla per studiare questo nuovo packaging, sta nella richiesta del mercato della richiudibilità. I consumatori la richiedono, perché non intendono sprecare prodotto o vederlo decadere in qualità a causa del contatto con l'aria.

A breve, tutte le confezioni Besana che attualmente presentano il coperchio saranno sostituite da questo packaging con il solo film. L'integrazione di questa soluzione di imballaggio presso lo stabilimento Besana è stata resa possibile mediante un adeguamento delle attuali linee di confezionamento.


La platea durante l'intervento del cabarettista Diego Parassole.

Le premiazioni sono state precedute da un breve convegno, introdotto dal cabarettista Diego Parassole. A moderare l'incontro, il giornalista Pier Luigi Vercesi. Relatori Antonio Feola (presidente Istituto italiano imballaggio), Walter Facciotto (direttore Conai), Mario Grosso, docente del Politecnico di Milano e presidente Giuria dell'Oscar.


Da sinistra Mario Grosso, Antonio Feola, Walter Facciotto, Pier Luigi Vercesi.

Fra i numerosi concetti emersi, da annotare che per Feola l'imballaggio va pensato sempre di più come uno strumento contro lo spreco. Un'indagine ha evidenziato che in media una famiglia italiana va a fare la spesa 2-3 volte la settimana e sceglie confezioni medio-piccole, preferibilmente richiudibili.


La premiazione. Da sinistra, Parassole, Gambardella, Valentina (hostess), Gentile, Zanarella, Facciotto.

Grosso ha sottolineato che "solo il dieci per cento degli imballaggi ha indicazioni chiare sullo smaltimento. Il consumatore ha l'obbligo di smaltire in maniera corretta, ma ha diritto a etichette leggibili e semplici".

Contatti:
Besana spa
Via Ferrovia, 210
80040 S. Gennaro Vesuviano (NA)
Tel.: (+39) 081 8659317
Fax: (+39) 081 8657651
Email: info@besanagroup.com
Web: www.besanaworld.com

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto