Continua la collaborazione sui fioroni pugliesi fra azienda De Chirico e Universita' di Foggia

Nell'ambito della valorizzazione dei prodotti ortofrutticoli tipici, da alcuni anni l'Unità di Ricerca in Tecnologie Postraccolta dell'Università di Foggia conduce una sperimentazione sull'estensione della vita commerciale dei fioroni pugliesi (=fichi pugliesi).

Una prelibatezza che però è caratterizzata da una brevissima vita commerciale, che ne rende molto problematica la disponibilità su mercati lontani dai luoghi di produzione. L'Unità di ricerca sta lavorando quindi alla messa a punto di idonee strategie per la fase postraccolta.



Con questo obiettivo è in corso una collaborazione con l'azienda De Chirico Prodotti Tipici Pugliesi di Molfetta, che rappresenta una delle realtà più attive nella commercializzazione di questa tipologia di prodotto.


Michelangelo De Chirico insieme al Prof. Giancarlo Colelli.

L'azienda De Chirico effettua una prima lavorazione sui fioroni ritirati direttamente da produttori locali e li confeziona a seconda delle richieste. Michelangelo De Chirico spiega a FreshPlaza: "Noi oggi confezioniamo due tipi di fioroni, il Tauro e il Petrelli. Il primo si conserva in cella anche fino a 10 giorni, infatti possiamo confezionarlo anche alcuni giorni dopo la raccolta senza problemi per la distribuzione; Il Tauro risponde bene alla conservazione nelle celle frigorifere sia dei magazzini sia dei camion. Al contrario il Petrelli già dopo due ore dalla raccolta cambia il suo colore, pertanto si tratta di un fiorone dalle caratteristiche organolettiche superiori al Tauro ma purtroppo la sua elevata deperibilità ne limita la distribuzione, che al momento avviene solo a livello locale".


Sopra, il fiorone di var. Domenico Tauro. Sotto: la cv. Petrelli.



"Il Petrelli va raccolto e consumato subito - prosegue il titolare aziendale - pertanto non è richiesto dal mercato per problemi di logistica: in quanto se non viene consumato nell'arco di due giorni deve essere buttato via, il che implica aumento di costi e di sprechi. Per queste ragioni, il lavoro di postraccolta che stiamo conducendo con il Prof. Colelli ha proprio l'obiettivo di estendere la shelf-life del Petrelli a 4-5 giorni
almeno, in modo tale da consentirne la distribuzione anche su mercati esteri."

Sui risultati di questa attività sperimentale si basa pure la collaborazione che il Prof. Giancarlo Colelli ha avviato con l'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari nell'ambito di un Progetto di sviluppo rurale localizzato nell'area di Marsa Mathrouh, in Egitto, che prevede fra l'altro la valorizzazione dell'abbondante e pregiata produzione locale di fichi, come una delle strategie per aumentare i redditi degli operatori agricoli di quell'area.

Foto sotto: Michelangelo De Chirico insieme al gruppo di lavoro postharvest Unifg Mulugheta Solomon, Francisca Ansah, Carmen Villalobos.


Contatti:
Prof. Giancarlo Colelli
Dept. Science Agriculture, Food, & Environment (SAFE)
University of Foggia

Via Napoli 25 71122 Foggia Italy
Tel.: +39 0881 589 105
Email: giancarlo.colelli@unifg.it

Michelangelo De Chirico
Azienda De Chirico Prodotti Tipici Pugliesi
Strada Provinciale 56, Km 1,2
70056 Molfetta (Bari)
Cell.: +39 3479038228
Email: decam1961@libero.it

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto