Embargo russo: Coldiretti fotografa la situazione dell'export made in Italy a novembre 2014

Le esportazioni di prodotti Made in Italy in Russia sono crollate del 23,2% a novembre 2014. E' quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat sul commercio estero a novembre. Se il trend sarà mantenuto, nel bilancio di fine anno l'Italia avrà perso nel 2014 almeno 1,2 miliardi di export in Russia per effetto del crollo del Rublo, che ha reso meno convenienti gli acquisti, ma anche per l'effetto dell'embargo e delle tensioni politiche che hanno frenato gli scambi.

Se i settori più colpiti sono chiaramente quelli interessati dall'embargo, che ha sancito il divieto all'ingresso di una lista di prodotti agroalimentari che comprende frutta e verdura, formaggi, carne e salumi ma anche pesce, perdite di quote di mercato considerevoli si registrano anche in altri importanti comparti. Nei primi dieci mesi le esportazioni sono calate in media del 10,5% rispetto allo scorso anno, con cali anche più pesanti che hanno interessato alcuni settori chiave, dall'agricoltura (-25,8%) alle automobili (-45,4%), dai mobili (-7,5%) all'abbigliamento e accessori (-15,2%) fino agli apparecchi elettrici (-5,2%).

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto