Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Limone Costa d'Amalfi IGP: bene obbligo di etichettatura sugli agrumi trattati

Il Presidente del Consorzio di Tutela del "Limone Costa d'Amalfi" IGP Salvatore De Riso, unitamente al Cda del Consorzio medesimo e a tutti i soci, manifestano grande soddisfazione per la decisione presa dal Tribunale dell'Unione Europea con la Sentenza del 13/11/2014 (clicca qui per scaricare un testo esplicativo della sentenza) circa l'obbligo di segnalare in etichetta l'uso di un trattamento post-raccolta mediante agenti conservanti o altre sostanze chimiche sugli agrumi, ritenuti potenzialmente pericolosi per i consumatori.

Il Consorzio ribadisce che riportare in etichetta dette informazioni, nella maniera più chiara possibile, tutela l'ignaro consumatore e fruitore del prodotto il quale in genere subisce le scelte di una politica alimentare ed economica spesso poco trasparente, in quanto viene spesso costretto ad acquistare prodotti e cibi che si ritengono sani, solo in quanto finora venivano riportate e menzionate in etichetta sigle e codici non facilmente decifrabili per il fruitore finale del prodotto.

Tale Sentenza fa sì che tra i prodotti italiani ed esteri non ci sia più concorrenza sleale e lascia al consumatore la decisione di acquistare o meno un prodotto fornendo informazioni più trasparenti da apporre sia sulla falda laterale dell'imballaggio, sia sull'etichetta che sulla tabella peso/prezzo. Il Consorzio ricorda il fatto che i prodotti esteri vengono spesso trattati con principi attivi non autorizzati dalla normativa vigente in Italia.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto