Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Mercato ortofrutticolo di Lusia (RO): situazione grigia per la lattuga gentile

Tra le varietà di lattughe, il tipo gentile è in assoluto la prima in termini di volumi movimentati presso il Mercato di Lusia (Rovigo) con circa 2.000 tonnellate annue. Si presenta con foglie frastagliate di colore verde chiaro e forma leggermente allungata del cespo. Viene coltivata in pieno campo da aprile ad ottobre e conferiti circa 150/250 tonnellate mensili e da novembre a marzo in coltura protetta e l'offerta si aggira sulle 30/80 tonnellate mensili.

Questa è stata un'annata particolarmente grigia per la gentile, caratterizzata da quotazioni negative per lunghi periodi e sicuramente non in grado di coprire i costi produttivi sostenuti dalle aziende. Solo nei mesi di luglio, agosto, settembre e ottobre le quotazioni medie sono risultate abbastanza remunerative.



Analizzando il prodotto nel periodo annuale, si nota sia una riduzione del prezzo medio, passato da 0,85 €/kg del 2013 all'attuale 0,68 €/kg, sia una flessione delle tonnellate commercializzate di circa l'8%.

Le cause sono da imputare alle condizioni meteorologiche sfavorevoli registrate nella prima metà dell'anno che hanno determinato una consistente perdita di prodotto e una effettiva difficoltà a procedere con i successivi impianti. Il poco prodotto presente evidenziava segni riconducibili alle avversità climatiche. Di conseguenza, la domanda è stata per tutto il periodo molto debole, favorendo una flessione delle quotazioni.

Nei mesi di luglio, agosto, settembre e ottobre, con il ritorno di favorevoli condizioni climatiche, la presenza di gentile è ritornata ai livelli normali e anche lo standard qualitativo si è notevolmente alzato con conseguente aumento di richiesta. Complessivamente, anche se la stagione produttiva non è ancora terminata, si può stimare un calo produttivo con evidenti perdite economiche da parte delle aziende

A fronte di una situazione cosi difficile con chiari danni economici, i produttori pensano seriamente ad una riduzione, nei prossimi anni, della superficie investita a questa coltura.

Volumi movimentati e quotazioni mensili:

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto