Lanciata a conclusione dell'Anno Internazionale dell'Agricoltura Familiare, sara' un aiuto per l'obiettivo Fame Zero

FAO: una piattaforma web mondiale per l'agricoltura familiare

Nei giorni scorsi la FAO ha lanciato la Family Farming Knowledge Platform: una piattaforma web dove raccogliere informazioni e dati sull'agricoltura a conduzione familiare. La piattaforma diventerà operativa nel 2015 ed è l'eredità del 2014, dichiarato appunto Anno Internazionale dell'Agricoltura Familiare.

A chiedere l'istituzione di uno strumento simile, affinché il discorso nato intorno all'agricoltura familiare non si esaurisse alla fine dell'anno, non è stata solo la FAO, ma anche un gran numero di partner, che hanno messo in evidenza la necessità di mettere in campo delle azioni concrete per aiutare le imprese agricole a conduzione familiare ad affrontare le sfide di tutti i giorni.



Il motivo di un simile strumento sta nel fatto che le risorse in agricoltura familiare sono sparse e incoerenti: c'è sempre più consenso sulla necessità di integrare e sistematizzare le informazioni che possono facilitare il lavoro di funzionari governativi, reti di agricoltori familiari, mondo accademico, associazioni della società civile, settore privato e i vari attori non statali del settore.

La condivisione delle conoscenze e dei dati è una tale componente essenziale per il dialogo politico e il processo decisionale e per affrontare le esigenze specifiche delle aziende a conduzione familiare, che è da qui che nasce l'istituzione della Family Farming Knowledge Platform.


Agricoltori familiari (fonte FAO)

Il suo obiettivo è quello di creare il più grande database mondiale sull'argomento. Raccoglierà leggi nazionali, regolamenti, politiche pubbliche, dati rilevanti, best practices, ricerche, pubblicazioni e articoli relativi all'agricoltura familiare. Il portale comprenderà anche una sezione dedicata dove i membri della FAO potranno inserire informazioni, dando così visibilità internazionale alle loro politiche e ai propri programmi.

Vale a questo punto la pena ricordare brevemente perché il 2014 sia stato dichiarato Anno Internazionale dell'Agricoltura Familiare. Secondo dati FAO, in tutto il mondo sono oltre 500 milioni le aziende agricole familiari e in molti paesi in via di sviluppo rappresentano anche l'80% delle aziende agricole. Non da ultimo oltre il 70% delle persone vittime dell'insicurezza alimentare vive in zone rurali dell'Africa, dell'Asia, dell'America Latina e del Vicino Oriente; questi sono allo stesso tempo agricoltori a livello familiare, soprattutto piccoli produttori, con accesso limitato a risorse naturali, politiche e tecnologie.


Agricoltori familiari (foto Danilo O. Victoriano Jr., vincitore della Photo Competition dedicata all'Anno Internazionale dell'Agricoltura Familiare)

"Con la celebrazione di quest'anno, abbiamo voluto riconoscere il ruolo centrale dell'agricoltura familiare nel fare fronte alla doppia emergenza che il mondo si trova oggi ad affrontare: migliorare la sicurezza alimentare e preservare le risorse naturali, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, il dibattito sull'agenda post-2015 e la Sfida Fame Zero", aveva affermato lo scorso novembre José Graziano da Silva, Direttore Generale della FAO.

Clicca qui per guardare il video sul Family Farming Knowledge Platform.

Data di pubblicazione:
Author:
©



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto