Confagricoltura Ferrara: raccolta pomodoro tra luci e ombre

La campagna del pomodoro da industria si sta concludendo in questi giorni e questa annata, molto complessa per i produttori, ha visto consegnare agli stabilimenti industriali dell'Area Nord, che comprende anche l'Emilia-Romagna, quasi 2,5 milioni di tonnellate di pomodoro. Una quantità importante, secondo Confagricoltura Ferrara, secondo il quale però la campagna non ha dato i frutti sperati dagli agricoltori.

Molti sono stati i fattori che hanno determinato infatti una riduzione pari al 15-20% delle entrate preventivate dai produttori. La produzione dell'Emilia-Romagna rappresenta comunque il 70% dell'Area nord (Lombardia, Veneto, Piemonte) e dopo Piacenza, Ferrara è la seconda provincia in quanto ad ettari coltivati.

"La produzione ferrarese di pomodoro da industria - afferma Confagricoltura – come tutte le orticole, sta affrontando un anno molto difficile. La diminuzione dei consumi in Italia, i problemi dei mercati esteri come per esempio l'embargo russo, la maggiore resa produttiva sia in Italia che all'estero, hanno determinato un abbassamento del prezzo dei prodotti generalizzato che, in alcune situazioni, secondo l'associazione degli agricoltori, non ha neppure permesso di coprire i costi di produzione".

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto