Stati Uniti: qualita' e resa in crescita per le patate dolci della Carolina del Nord

Nello stato americano della Carolina del Nord, è stata portata a termine oltre la metà della raccolta di patate dolci e i produttori sono entusiasti per qualità e resa. "Abbiamo seminato qualche ettaro in più quest'anno e quindi la produzione è aumentata", spiega Laura Hearn della Nash Produce.



I volumi di patate dolci sono costantemente aumentati per soddisfare la domanda. A sua volta, una maggior domanda ha portato a prezzi più elevati del prodotto sia sul mercato interno che su quello di esportazione. La Nash Produce distribuisce patate dolci in tutti gli Stati Uniti ed esporta verso Regno Unito e Italia.

C'è molta richiesta per le specialità, tanto che l'azienda ha recentemente introdotto la linea Mr. Yam, incentrata su confezioni di IV gamma, tra cui una che si può persino mettere nel microonde. "L'unico problema per noi in questa stagione potrebbe essere una domanda superiore all'offerta. Ci eravamo comunque preparati per questa evenienza, in modo da poter fornire il prodotto durante tutto l'anno."



Il clima ha creato dei problemi in alcune zone della contea di Nash, dove la Nash Produce annovera molti coltivatori, ma per fortuna le piogge non hanno danneggiato le colture, rinviandone solo la raccolta. "Il tempo è stato abbastanza stabile. Si è registrata qualche pioggia che ha ritardato la raccolta di un paio di giorni, ma il prodotto non ne ha risentito."

La Carolina del Nord continua a migliorare la qualità e le varietà disponibili sia per le vendite interne che per l'export. "Le Università locali collaborano con noi per sviluppare delle buone patate dolci. Ci hanno aiutato con la Covington ad esempio, una delle migliori varietà al mondo".

Per maggiori informazioni:
Laura Hearn
Nash Produce
Tel: +1 252 443 6011
Email: info@nashproduce.com
Web: www.nashproduce.com

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto