Produzione integrata pomodoro in linea con Ue

Giornata informativa sul progetto Pripom il 27 ottobre a Battipaglia (SA)

"La produzione integrata del pomodoro in coltura protetta: nuovi materiali e strategie ecocompatibili" è il tema al centro della giornata informativa sul progetto Pripom, il prossimo 27 ottobre a Battipaglia (SA).

Obiettivo di Pripom, nato nell'ambito del programma di sviluppo rurale della Campania 2007-2013 cofinanziato dall'Unione europea, è quello di coniugare le esigenze economiche degli imprenditori e la crescente domanda di sicurezza ambientale ed alimentare che proviene dalla società civile.

In particolare, la direttiva europea sull'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari costituisce una grande opportunità per incentivare mezzi e metodi di protezione integrata e/o biologica. Il settore orticolo in Campania impegna oltre 2.500 aziende e circa novemila ettari di territorio, di cui il 70% nella provincia di Salerno. Di questi, circa il 12-13% è occupato dalla coltivazione del pomodoro, una coltura ad elevato impatto ambientale.

Da qui il lavoro condotto dal progetto Pripom, distinto in varie fasi: collaudo di serre prototipo; impostazione e gestione dei campi sperimentali; validazione di protocolli alternativi di difesa; divulgazione e diffusione delle innovazioni.

Il progetto, guidato dall'Università degli studi di Napoli Federico II, ha coinvolto quattro aziende agricole, un'industria di trasformazione/commercializzazione, l'Istituto per la Protezione delle Piante (IPP) del CNR e il C.R.A. - Centro di Ricerche per l'Orticoltura.

Clicca qui per scaricare il programma dell'evento.

Per maggiori informazioni: www.progettopripom.it

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto