Europa: carenza di uve brasiliane

Sono arrivate in Europa le prime uve dal Brasile. Ad uno stop prematuro della stagione greca e ad una campagna italiana che secondo gli importatori può considerarsi conclusa, si è aggiunta anche una fornitura brasiliana inferiore del 35%. Si parla, quindi, di carenza di uva. I prezzi fissati si aggirano intorno ai 15/16 euro.

Per inciso, la produzione di uva brasiliana non è in ascesa, contrariamente a quella del vicino Perù, per esempio. "La coltivazione è diminuita, in quanto risulta costosa; inoltre negli ultimi anni ha dato rese e prezzi deludenti e non proporzionati" riferisce un importatore. "Quest'anno, il Brasile è riuscito ad avere un programma doppio in Europa. Cosa che non succede spesso, ma che si giustifica con l'andamento della stagione greca."

Tradizionalmente, le uve brasiliane sono disponibili fino all'inizio di dicembre. "Per ora, il mercato dell'uva da tavola proseguirà bene. Pare che i volumi sudafricani in arrivo dalla Namibia e da Orange River anticiperanno un po', ma non arrecheranno alcun danno e non saranno di intralcio alla stagione."

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto