"Grande successo dei "Fujion Day": oltre 40 operatori al giorno"

Grande successo per la seconda edizione del Fujion Day, le giornate tecniche organizzate dal CIV - Consorzio Italiano Vivaisti per la promozione della mela Fujion e l'approfondimento dei suoi aspetti agronomici.

Le giornate si sono svolte il 25 settembre nelle aziende agricole di tre produttori della Romagna (Azienda Golfari di Conselice – Ravenna; Azienda Fusari di Massa Lombarda – Ravenna; Azienda Tagliani di Campotto - Ferrara) e il 2 ottobre nell'areale montano del Trentino-Alto Adige (Azienda agricola Gottardi di Mezzocorona – Trento; Azienda agricola Binnenland del centro sperimentale di Laiumburg - Bolzano)

I due eventi sono stati presenziati da una media di 40 operatori a giornata, costituiti da produttori, consulenti del settore dell'ortofrutta, tecnici di cooperative, manager internazionali (provenienti dal Cile), studiosi di istituti di ricerca e università. Numerosi anche gli esponenti delle principali associazioni di produttori leader italiani nel settore dell'ortofrutta. Gli intervenuti erano provenienti principalmente da Emilia-Romagna, Trentino-Alto Adige, Piemonte e Veneto, regioni di elezione per la produzione melicola.

L'obiettivo è stato quello di approfondire gli aspetti tecnico-agronomici della varietà presentata dal CIV tre anni fa nel corso di Interpoma nell'ambito della serie di varietà "Sweet Resistants®", ossia mele dolci e resistenti alla ticchiolatura brevettate dal Consorzio vivaistico ferrarese.

"Gli addetti ai lavori – ha spiegato Marica Soattin, direttore generale CIV – hanno potuto toccare con mano le peculiarità di Fujion direttamente sul campo, osservandone gli aspetti di tipo agronomico per la corretta gestione della pianta, al fine di ottenere un prodotto accattivante e sano per il mercato e il consumatore. In particolare è stata puntualizzata la scarsa propensione della varietà ad alternare (le aziende agricole ospitanti gli eventi sono state le stesse dello scorso anno), la carica di frutti per pianta, la colorazione uniforme e viva".

Dal confronto con i responsabili delle diverse aziende agricole visitate è stato possibile constatare che, nonostante la stagione piovosa e umida, la resistenza naturale alla ticchiolatura di Fujion ha permesso anche quest'anno un sensibile contenimento dei trattamenti fungicidi, garantendo l'ottenimento di frutti di alta qualità e rispettosi dell'ambiente.

----
Il Consorzio Italiano Vivaisti - CIV è leader in Italia nell'innovazione varietale e nella produzione di materiali di propagazione certificati. Attivo dal 1983, con sede a San Giuseppe di Comacchio, in provincia di Ferrara, il CIV è composto dai tre vivai italiani leader nel settore: Vivai Mazzoni, Salvi Vivai, Tagliani Vivai. Attraverso la sinergia, l'esperienza e gli investimenti importanti nella ricerca, CIV è in grado di offrire prodotti all'avanguardia e più rispondenti alle esigenze del mercato. Nel complesso i tre vivai producono ogni anno circa 5 milioni di portinnesti, 3,5 milioni di piante di mele, pere e drupacee, 150 milioni di piante di fragola e 2 milioni di zampe di asparago. Producono inoltre, su richiesta dei clienti, altre specie minori di frutta. Il CIV, con grande lungimiranza, è impegnato da anni a selezionare varietà che possono fornire produzioni di alta qualità con ridotto fabbisogno energetico e basso impatto ambientale. CIV è un membro fondatore dell'International New-varieties Network (INN), un'associazione mondiale di vivai che promuove lo scambio, la valutazione e la commercializzazione di nuove varietà nelle principali aree di produzione nel mondo.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto