Agrumi: cresce la competizione tra Europa e Turchia

Per l'azienda turca Aksun è iniziata la stagione delle esportazioni di agrumi: le prime spedizioni di limoni Interdonato sono partite due settimane fa e la campagna continuerà fino a febbraio. Yigit Aslan, responsabile vendite, commenta: "Il mercato dei limoni sarà molto competitivo, anche se i volumi di limoni e pompelmi saranno inferiori del 10%".

Pompelmi
Per quanto riguarda i pompelmi, dei quali Aksun è produttore leader nella stagione invernale, la campagna parte in ottobre e finisce in maggio. "È vero che i consumi sono in calo - dice Aslan - ma la nostra qualità ci contraddistingue. Inoltre utilizziamo i nostri camion per il trasporto e abbiamo un accesso facilitato al porto".

In estate l'azienda produce perlopiù albicocche e fichi che, oltre all'Europa, esporta in Asia e, in particolare, a Hong Kong, Singapore e Malesia".

L'anno scorso, Aksun è riuscita ad incrementare i volumi esportati di pompelmi, melagrane e fichi sul mercato italiano. "Il vantaggio non è costituito solo dal prezzo, ma anche dalla disponibilità, in quanto possiamo fornire il prodotto in assenza di produzione interna".

Per ciò che riguarda l'embargo russo, secondo Aslan avrà sicuramente un impatto sui prezzi, in quanto gli esportatori di agrumi europei avranno minori opzioni, ma la Aksun al momento lavora solo con alcuni supermercati in Russia.

Ad ogni modo, la minaccia maggiore per gli esportatori turchi è l'alto numero di piccole aziende che vendono la frutta a prezzi molto bassi senza tener conto dei prezzi di mercato: "Ad esempio, vendono il prodotto a 0,90 euro/kg quando potrebbero chiedere 1,50 euro/kg!".

La Aksun vende una vasta gamma di pompelmi tra cui la varietà Star Ruby, tra le più popolari. "Vendiamo anche la White Marsh - conclude Aslan - con polpa giallo chiaro e più costosa".

Per maggiori informazioni:
Aksun 
Tel.: +90 324 234 41 90

Testo e traduzione FreshPlaza. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto