Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Dal 29 settembre al 5 ottobre

Ismea: situazione ortaggi nella 40ma settimana del 2014

In gran parte degli areali produttivi si avvia alla conclusione la campagna di raccolta degli ortaggi tipicamente estivi; listini in rialzo per zucchine e peperoni, prezzi in calo per cetrioli, melanzane e pomodori. Iniziata la commercializzazione delle ortive in serra sulla piazza di Vittoria, prime quotazioni per i cavolfiori di provenienza napoletana.

Ortaggi a foglia:si conferma il trend positivo del prezzo medio all'origine delle lattughe scambiate a Rovigo, determinato da una domanda interessata, in particolar modo, alle tipologie gentile e cappuccio. Listini stabili per le insalate di provenienza laziale. Si vanno progressivamente intensificando le operazioni di raccolta del radicchio nei diversi areali vocati; con l'aumento dei quantitativi prodotti le quotazioni sono risultate in fisiologico calo in tutti i mercati monitorati. Prime rilevazioni dalla piazza di Verona. Per quanto riguarda l'indivia, il -54% del prezzo medio rispetto alla scorsa settimana è da ascrivere esclusivamente all'inizio delle contrattazioni a Latina.

Carote:anche la prima settimana di ottobre ha evidenziato una sostanziale stabilità nel mercato delle carote; sia in Abruzzo che a Ferrara non sono state registrate variazioni nelle quotazioni.
 
Melanzane: si avvia alla conclusione la campagna di raccolta delle melanzane in gran parte degli areali produttivi. In tutte le piazze di riferimento le quantità offerte sono risultate il linea con la richiesta da parte del mercato e di conseguenza le quotazioni non hanno subito variazioni.
 
Fagiolini:l'andamento climatico irregolare che ha caratterizzato l'ultimo periodo ha determinato un calo delle disponibilità dei fagiolini autunnali sulla piazza di Latina, causando un fisiologico innalzamento dei prezzi. Quotazioni in flessione per il prodotto salernitano e, in misura più contenuta, per quello proveniente dagli areali vocati veneti, listini stabili nelle altre zone di produzione.

Clicca qui per un ingrandimento del grafico.


Zucchine: conclusa la campagna di commercializzazione delle zucchine di origine campana, a Cuneo i listini delle chiare sono risultati in calo, invariati quelli delle scure. Ripresa delle quotazioni per il prodotto scambiato sulla piazza di Rovigo, caratterizzato da un buon profilo qualitativo, anche qui la raccolta sta volgendo al termine.

Clicca qui per un ingrandimento del grafico.


Pomodori:in gran parte degli areali produttivi è ormai giunta a conclusione la raccolta dei pomodori. Nei mercati dove proseguono le contrattazioni i listini sono risultati stabili, nonostante un "raffreddamento" della domanda, in lieve rialzo solamente i prezzi del tipo cuore di bue quotato a Cuneo.

Peperoni: nella maggior parte delle piazze monitorate le quotazioni dei peperoni colorati non hanno subito variazioni rispetto alla precedente rilevazione, in ragione di un sostanziale equilibrio tra domanda ed offerta. Da segnalare solamente il rialzo dei listini del prodotto scambiato a Latina, da ascrivere ad un progressivo calo dei quantitativi immessi nel circuito commerciale. Conclusi gli scambi a Brindisi e a Lecce.

Patate: l'ultima settimana non ha evidenziato particolari cambiamenti nel mercato delle patate, lievi flessioni dei listini sono state registrate a Cesena, in Abruzzo e a Verona, a causa di un'offerta superiore alla richiesta, mentre le quotazioni del prodotto di origine rodigina sono risultate in leggero rialzo. Prezzi stabili nelle restanti piazze di riferimento, pur confermandosi una sostanziale debolezza della domanda.

Ortive a frutto in serra: con l'inizio di ottobre sono riprese le attività di scambio sulla piazza siciliana di Vittoria. L'offerta risulta ancora irregolare e per tutta la settimana la domanda non è apparsa particolarmente attiva, anche a causa della presenza sul mercato di prodotto proveniente da colture di pieno campo a prezzi competitivi.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto