Il melograno aiuta a combattere l'influenza

Il melograno non è solo una prelibatezza stagionale (il suo mese di maturazione è ottobre), ma è anche ricchissimo di sostanze naturali, tra cui antiossidanti e vitamine, in grado di proteggerci dai malanni stagionali e rinforzare in modo davvero straordinario il nostro sistema immunitario indebolito a causa del cambio di stagione. Cosa contiene, di tanto benefico, la melagrana?

Intanto vitamine importantissime, come la A, la B e la C, e sali minerali tra cui fosforo e potassio, che tutti insieme creano un potente mix ricostituente e rivitalizzante, in grado di fortificare le difese immunitarie e migliorare la riposta contro gli agenti patogeni (tra cui virus dell'influenza e del comune raffreddore). In secondo luogo, le melagrane sono una fonte straordinaria di flavonoidi.

Questi sono dei composti fenolici pigmentati (gli stessi che conferiscono il colore rosso ai chicchi del frutto), che hanno un forte potere antiossidante, e quindi combattono i radicali liberi. Cosa significa questo?

Che riducono lo stress ossidativo cellulare e la tendenza alle infiammazioni, tonificano il cuore e i vasi sanguigni (migliorando la circolazione e la funzionalità cardiaca), e hanno un buon effetto preventivo nei confronti delle cistiti e delle infezioni alle vie urinarie, che i primi freddi tendono a favorire.

I flavonoidi della melagrana, proprio in quanto antiossidanti, poi, combattono l'invecchiamento, perciò anche dal punto di vista estetico ne traiamo giovamento. La pelle appare più luminosa e purificata, e si difende meglio dagli agenti atmosferici come vento e freddo. Inoltre, la melagrana è stata inserita a buon diritto tra gli alimenti anti-cancro più preziosi, grazie al suo contenuto in acido ellagico.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto