Argentina: le esportazioni di ciliegie aumenteranno del 50%

E' alle porte la stagione delle ciliegie nell'emisfero sud e sarà cruciale per l'Argentina, paese che ha avuto problemi climatici e un basso livello di export nel 2013.

La produzione di ciliegie in Argentina si concentra prevalentemente in Patagonia (70%-90%) e nella provincia di Mendoza. Qui, i frutteti nella zona settentrionale distano circa 2.400 km dal principale centro di produzione al sud, situato nella provincia di Santa Cruz.

Questa ampia disponibilità di latitudini permette all'Argentina di avere un periodo di raccolta prolungato.

"La raccolta nazionale comincia ad ottobre-novembre, raggiunge il suo picco a dicembre, continua per tutto gennaio e, in alcuni casi, fino ai primi di febbraio," ha riferito Anibal Caminiti, specializzato nella produzione di frutta e nello sviluppo di progetti in nazioni come Argentina, Cile e Perù fin dagli anni '90.

Il grosso della produzione dell'Argentina si accavalla sui mercati internazionali con la produzione del Cile, ma secondo Caminiti questa stagione di raccolta comincerà una settimana prima del previsto, cosa che darà un vantaggio fondamentale alla ciliegia argentina.

"Non possiamo competere con i volumi del Cile, ma possiamo regolare la nostra logistica per la frutta della Patagonia settentrionale, effettuare spedizioni aeree e fatturare un po' prima che i volumi cileni arrivino sul mercato internazionale."

Ripresa nelle esportazioni
La stagione scorsa, a causa di problemi climatici, Mendoza ha perso l'80% della sua frutta e la Patagonia il 50%, perciò, il livello delle esportazioni è risultato notevolmente ridotto.


"Le aspettative per questa stagione sono buone, il clima è stato buono e ci auguriamo che le esportazioni migliorino rispetto alle stagioni precedenti, in modo che potremo superare le 3.000 tonnellate di export," ha riferito Caminiti.

Negli ultimi anni, le destinazioni principali per le ciliegie argentine sono passate dai mercati tradizionali (Canada, Stati Uniti e UE) ai mercati di Qatar, Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita, Bahrein, Kuwait, India, Singapore e Hong Kong.

Il mercato cinese continua ad essere interdetto alle ciliegie argentine; il governo nazionale, insieme ai membri dell'industria, sta lavorando duro ai negoziati per l'accesso su questo mercato.

"Entrare in Cina è il nostro obiettivo principale, è un mercato con molte possibilità. Il Cile, per esempio, ha esportato 68.000 tonnellate di ciliegie la scorsa stagione e quasi il 75% di questo volume è stato inviato proprio sul mercato cinese."

Stabilire un protocollo per le esportazioni di esportazioni di ciliegie dall'Argentina alla Cina fa parte di un programma comune ad entrambe le nazioni, come è successo anche per uva da tavola e mirtilli.

Ciliegie, "Il futuro nelle tue mani"
Il Simposio Internazionale sulla Ciliegia, dal titolo "Il futuro nelle tue mani", si terrà il 2 e il 3 novembre 2014 a Neuquen, Argentina.



"In Patagonia la superficie coltivata sta crescendo rapidamente, perciò l'intenzione del simposio è quella di supportare il settore privato in tutte le regioni di produzione del paese, analizzando tendenze e innovazioni. Al simposio parteciperanno società leader che effettueranno delle presentazioni e colleghi da nazioni come Cile e Germania."

Maggiori informazioni:
Anibal Caminiti
Programa Frutas Finas
Centro PyME ADENEU

Mob.: +54 294 15-4319361
Email: acaminiti@smandes.com.ar
Web: www.cpymeadeneu.com.ar

Traduzione FreshPlaza Italia. Tutti i diritti riservati.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto