Avvisi

Ricerca di personale

Top 5 -ieri

Top 5 -ultima settimana

Top 5 -ultimo mese

Siglato importante accordo di collaborazione e cooperazione tra Fiera di Roma e Cina

Ieri 29 settembre presso la Regione Lazio alla presenza del Presidente del Consiglio Regionale On.le Daniele Leodori, la Vice Presidente della China International Great Wall Exbhibition Co Ltd (GIE) Signora Jiang Nan e l'Amministratore Unico della Fiera di Roma Mauro Mannocchi hanno sottoscritto un importante accordo di collaborazione e cooperazione.

L'accordo di oggi prevede che Fiera di Roma e GIE cooperino per la produzione e la commercializzazione di eventi fieristici finalizzati alla promozione e al sostegno delle esportazioni di prodotti agricoli, di interesse per i reciproci mercati.

La delegazione cinese giunta a Roma per sancire l'accordo ha di fatto evidenziato che il mercato cinese registra una sempre crescente domanda di prodotti italiani di alta qualità e a tale proposito, Fiera Roma ha programmato un tour presso alcune aziende laziali tra le quali la Cooperativa Orto/Sole di Maccarese, il M.O.F. (mercato ortofrutticolo di Fondi) ed il C.A.R. (Centro Agro Alimentare di Roma).

La GIE, infatti, azienda del governo della Repubblica Popolare Cinese ha come principale attività l'organizzazione di manifestazioni fieristiche internazionali ed è tra le prime dieci aziende in questo settore. Tra i più importanti eventi si citano:

• China International Pet Show (CIPS) fondata nel 1997 la più importante fiera internazionale di animali da compagnia e acquari in ASIA e seconda nel mondo;

• World Dairy Expo e Summit/China iniziata nel 2003, è diventata il più importante evento dell'industria casearia Cinese;

• China Fruit and Vegetable Fair che nasce nel 2009, ed è diventato l'unico evento globale del settore in Cina.

L'accordo sarà già operativo dalla manifestazione China Fruit and Vegetable Fair del prossimo novembre, per la quale Fiera Roma è chiamata ad organizzare una collettiva di imprese del Lazio che avranno, per la prima volta, il permesso di esportazione provvisoria di oltre 15 prodotti quali: ciliege; melanzane; cipolle borrettane; caco vaniglia; carciofo; radicchio trevigiano e radicchio di Chioggia, broccolo romanesco; finocchio; carne maremmana; carote e latte di qualità e in polvere.

Si tratta di un fondamentale passo in avanti verso il mercato cinese, per le aziende del territorio, considerato che ad oggi la possibilità di esportazione di prodotti ortofrutticoli italiani in questa area è limitata al solo Kiwi.

Data di pubblicazione:



Ricevi gratuitamente la newsletter giornaliera nella tua email | Clicca qui


Altre notizie relative a questo settore:


Iscriviti alla nostra newsletter giornaliera e tieniti aggiornato sulle ultime notizie!

Iscriviti Sono già iscritto